* Gli eventi a Siracusa

*

Fino al 31 marzo 2011 a Siracusa –

L’Italia compie 150 anni. Dal fatidico 1861, anno dell’unità del nostro paese, data che abbiamo tutti memorizzato fin dai banchi di scuola, è passato proprio questo lasso di tempo.

Tra le numerose iniziative per celebrare la ricorrenza, anche a Siracusa sono previsti numerosi appuntamenti.

Una carrellata di incontri e conferenze su vari aspetti legati tutti al tema dell’unità d’Italia, che si sono tenuti  e si terranno nei locali di Galleria Roma nella città aretusea fino al 26 marzo, con inizio canonico alle 18.30.

Dopo il vernissage tenutosi a palazzo Impellizzeri sabato 15 gennaio, con una conversazione sul tema dell’Italia ed un concerto di musiche risorgimentali, il 20 gennaio è toccato a Francesco D’Isa con la conferenza su “Il cinema racconta l’Italia”.

A seguire il 27 si è svolto incontro su “Dallo statuto albertino alla Costituzione” ed il 29 “Il risorgimento italiano tra storia e storiografia”, tenuto rispettivamente da Silvio Aliffi e Giovanni Ierna.

Il 3 febbraio Corrado Di Pietro ha parlato sul tema “Rivoluzione, lavoro e sagnue nei canti popolari siciliani”, il 10 Mariarosa Malesani ha analizzato dal punto di vista storiografico il “brigantaggio siracusano”, ed il 12 Luigi Amato  su “La costruzione dell’identità nazionale dal risorgimento alla Repubblica”.

 

Il 17 febbraio Salvo Piccolo ha ripercorso i “150 anni di archeologia a Siracusa” partendo dalla figura pionieristica di Paolo Orsi che ha lasciato un segno indelebile nelle scoperte archeologiche in Sicilia.

Il 24 Franco Purpura ha relazionato su “Dal regno di Sicilia al regno d’Italia”;

il 26 Nino Portoghese sul tema “Idea e visione dell’Italia unita”.

Marzo

A marzo primo appuntamento il 3 con Dino Cartia e Umberto Garro che hanno ripercorso la storia del giornalismo siracusano;

Il 10 Salvo Sequenzia ha ricordato le figure di siracusani e floridiani che fecero l’unità d’Italia.

Il 12 Corrado Spatola ha rievocato “150 anni di monete”, mentre il 17 marzo Enzo Monica relazionerà su “Entropia e questione meridionale”.

Ultimi appuntamenti il 24 marzo con Vincenzo Ficara che analizzerà “La Sicilia nel regno d’Italia” ed il 26 con Mariarosa Malesani che focalizzerà il passaggio “Dagli stemmi di dominio allo stemma sabaudo”.

Chiusura il 31 marzo a palazzo Impellizzeri con una tavola rotonda sulle prospettive attuali dell’unità d’Italia ed un concerto del coro polifonico europeo “De Cicco” ed alcuni brani lirici eseguiti dal tenore Benito Nastasi.

Annunci