Verbale del III° Gabinetto Distrettuale -Palermo, 11 febbraio 2011

L’anno 2011, il giorno 11 del mese di febbraio, alle ore 9,30 nei locali dell’Hotel San Paolo in

Palermo, si è svolta la terza riunione di Gabinetto del Distretto 108 Yb per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:

1) Comunicazioni del Governatore;

2) Approvazione verbale seduta precedente;

3) Comunicazioni del Segretario Distrettuale;

4) Comunicazioni del Tesoriere Distrettuale;

5) Esame modifica Statuto del Centro Studi;

6) Esame proposta Regolamento di gestione del Fondo di Solidarietà del Distretto;

7) Candidatura del L.C. Taormina ad ospitare il Congresso Nazionale del 2013;

)Proposta di convenzione del Distretto 108 Yb con la Fondazione Puglisi Cosentino;

9) Richiesta contributo alla LCIF per apparecchio di monitoraggio Giampilieri;

10) Intervento del Responsabile della LCIF;

11) Predisposizione ed approvazione dell’o.d.g. del Congresso Distrettuale;

12)Nomina della Commissione Elettorale (ex art. 4 del Regolamento Distrettuale) per il XV Congresso Distrettuale;

13)Varie ed eventuali;

14) Conclusioni.

Presiede il Governatore del Distretto 108 Yb Giuseppe Scamporrino;

E’ presente il P.C.C. Salvatore Giacona;

Sono altresì presenti:

L’Immediato Past Governatore Rosario Pellegrino, il I Vice Governatore Sebastiano Di Pietro ed il II Vive Governatore Antonio Pogliese;

i Past Governatori Franco Amodeo (Direttore della Rivista Distrettuale), Gaetano Bellomo, Rosario Cacciola, Valerio Contrafatto, Renato De Giacomo, Cesare Fulci, Giovanni Marletta, Carlo Sartorio e Amedeo Tullio; Il Segretario Distrettuale Francesco Freni Terranova, il Tesoriere Distrettuale Antonino Allia, il Cerimoniere Distrettuale Antonino Giannotta, Addetto Stampa Distrettuale Nicolò Marinaro, Addetto al Coordinamento delle Circoscrizioni Salvatore Plescia, Addetto Informatico Fabio Navanteri, Addetto ai Rapporti Internazionale Giovanni Germanà, Addetto alle Pubbliche Relazioni Gianfrancesco Cremonini, Addetto ai rapporti con i Clubs Luigi Fricano, Addetto ai Rapporti congli Enti LocaliAddetto Distrettuale ai Rapporti Leo Graziella Tomarchio, Addetto alle problematiche economico-finanziarie del Distretto Vincenzo Spata; Addetto ai Rapporti con le Istituzioni Sanitarie Giuseppe Spampinato; Addetto ai Gemellaggi Luciano Calunniato; Addetto alle problematiche energetiche della Regione Sicilia Salvatore Picciolo; Addetto per incarichi speciali Alfio Liotta, Responsabile GMT/GLT Giuseppe Lombardo.

I Vice Segretari Distrettuali Daniele Micari e Salvatore Scafidi, i Vice Cerimonieri Agostina La Torre, Erasmo Pennolino, Patrizia Fazio Tirrozzo, Giorgio Solarino, Lidia Di Gangi. I Presidenti di Circoscrizione: Zina Corso D’Arca, Isidoro Spanò, Enzo Calunniato, Salvatore Sardo, Francesco Leonardi, Filippo Stuppia, Michele Cirafisi, Benedetto Torrisi;

I Presidenti di Zona: Bianca Maria Rosa Acquaviva, Claudio Cassarà, Antonio Calamita, Attilio Denaro, Salvatore Mogavero, Domenico Scalisi, Sebastiano Luppino, Roberto Malfitano, Pasquale Anania, Andrea Pappalardo, Gaetano La Delfa, Maurizio Gibilaro, Carmela Pisano, Salvatore Ciancitto, Francesco Copani, Giorgio Gianni, Mariangela Nigro Dugo, Francesco Bruno, Salvatore Lo Vullo, Angela Rinzivillo.

Avvia il cerimoniale il Cerimoniere Distrettuale Antonino Giannotta, con l’ascolto degli Inni e del Codice dell’Etica Lionistica.

I punto all’Ordine del Giorno, comunicazioni del Governatore:

Apre i lavori il Governatore Giuseppe Scamporrino, porgendo un saluto ai convenuti alla terza riunione del Gabinetto Distrettuale che, aggiunge, ci vede già oltre metà del nostro anno di servizio.

Il DG si dichiara soddisfatto dei risultati che si stanno ottenendo, e che devono spronarci ad impegnarci sempre di più nel nostro servizio.

Il DG ricorda che i nostri interventi devono scaturire dall’analisi attenta dei bisogni delle comunità e del territorio ed avere le caratteristiche della estrema concretezza, allo scopo di ottenere risultati efficaci che lascino segni positivi e tangibili.

Fa presente inoltre che dobbiamo continuare a diffondere in maniera capillare le nostre proposte, cioè in sintesi: acquisire la coscienza del significato profondo dell’essere lions, procurarsi il piacere di stare insieme in armonia e di lavorare per rendere servizi efficaci alle comunità ed al territorio, coinvolgendo la maggior parte dei soci allo scopo di motivarli e ridurne l’esodo.

Il DG evidenzia infatti che perdiamo ancora troppi soci rispetto a quelli che ammettiamo nei nostri clubs; probabilmente in parte la causa è imputabile alla insufficiente attenzione che abbiamo usato in passato riguardo alla qualità associativa, cioè alla predisposizione ad impegnare tempo e competenze nel servizio volontario.

Purtroppo, continua devo evidenziare che, una percentuale non indifferente di dimissioni è stata causata da, artifizi contabili, che hanno fatto differire formalmente al nostro anno esodi avvenuti di fatto nel trascorso anno sociale; questo per averlo verificato personalmente nel corso delle visite ai clubs del distretto.

Il DG rivolgendosi in particolare ai Presidenti di Circoscrizione e di Zona, sottolinea che circa il 40% dei nostri amici soci se ne va per demotivazione, per non sentirsi coinvolti nella vita del club, oppure per i contrasti a cui assistono a tutti i livelli, e li invita a far capire meglio ai Presidenti di Club, la centralità del loro ruolo in tal senso, ribadendo il concetto che noi soci siamo la risorsa fondamentale dell’associazione, siamo noi che facciamo il servizio, realizzandone la missione; più siamo, più possiamo essere utili.

Il DG ricorda che è sta consegnata la Charter al Club “Palermo Conca d’Oro”, e comunica che l’8 febbraio è stato omologato il Club “Letojanni – Val d’Agrò”; entrambi questi club sono composti da giovani motivati e pronti a vivere ed a realizzare concretamente i nostri valori.

Il DG comunica che abbiamo incontrato la quasi totalità degli amici dei Clubs del Distretto, constatando la vivacità delle idee, estrinsecate mediante la realizzazione di attività con i chiari connotati della concretezza, la maggior parte delle quali portate all’esterno, nelle sedi istituzionali, nelle scuole; parecchi club siedono a tavoli paritetici con le istituzioni locali su questioni di comune interesse, attuando l’amministrazione bilaterale, ovvero cooperativa, che ci qualifica positivamente.

E sottolinea che questa è una bella svolta nella direzione giusta e dobbiamo insistere per consolidare questo modello operativo, avendo il coraggio di transitare dai valori alla politica, cioè all’attenzione partecipativa alle problematiche delle comunità.

Il DG evidenzia che solo un paio di club sembrano disinteressati a questi fermenti, e continuano a compiacersi di un dorato isolamento, ed inoltre, come spesso accade, alcuni officers si sono sentiti soddisfatti solo ad avere il proprio nome segnalato nell’organigramma del distretto; ma per converso molti amici stanno onorando l’incarico con una passione e una competenza tali da porre i presupposti per esiti di alta valenza.

Il DG nel ringraziare i convenuti per il servizio svolto, ricorda che nel pomeriggio di sabato 9 aprile, a Comiso, presso Villa Orchidea, ci sarà la IV riunione del Gabinetto Distrettuale.

Il giorno dopo, 10 aprile, nella mattinata sarà celebrato il Lions Day con un convegno di alto livello sulla Biodiversità, di cui si stanno occupando Luigi Savarino ed il comitato incaricato dell’organizzazione dell’evento, coordinato da Salvatore Cascone; nel pomeriggio ci sarà la Giornata dell’Investitura, su cui sta lavorando Salvatore Toscano, durante la quale confidiamo din accogliere tanti nuovi amici nella nostra famiglia.

II punto all’Ordine del Giorno, approvazione verbale precedente:

Il DG ricorda ai componenti del Gabinetto Distrettuale che verosimilmente tutti hanno ricevuto per tempo il verbale della riunione precedente ed hanno avuto modo di esaminarlo.

Chiede se qualcuno ha qualche osservazione da fare sul suddetto verbale. Nessuno solleva osservazioni in merito.

Il DG chiede se il Gabinetto ritiene necessario leggere il verbale o darlo per approvato.

Il verbale del II° Gabinetto Distrettuale è approvato all’unanimità.

III punto all’Ordine del Giorno, relazione del Segretario del Distretto:

Il Segretario del Distretto Francesco Freni Terranova riferisce che le Visite amministrative ai 106 Clubs, fino ad ora incontrati, adeguatamente coordinate dal Cerimoniere Distrettuale, si sono svolte nei modi e nei tempi concordati, con estrema “puntualità”e sono state caratterizzate da reciproca cordialità e semplicità del dialogo.

Nell’ambito degli incontri con i Clubs, si è potuto constatare, quasi sempre, il costruttivo rapporto di collaborazione fra le varie età generazionali, che in un mix di entusiasmi e preziose esperienze porta ai clubs che lo mettono in atto, una adeguata, importante e bilanciata partecipazione di soci giovani, meno giovani e Leo.

Fa rilevare che a fronte dell’entusiasmo e dell’impegno di tanti lions di buona volontà, continua a registrarsi il disinteresse e l’apatia di tanti altri, anche nell’ambito degli Officers Distrettuali, che nulla fanno per testimoniare la loro appartenenza all’Associazione Internazionale.

I Club, attualmente in regola con la trasmissione dei rapportini soci al Multidistretto sono 109 su 109, lo stesso non si può dire dei rapporti attività, che non vengono comunicati con regolarità alla Segreteria del Distretto, quindi invito i Presidenti di Zona a verificare che ciò avvenga con scadenza costante.

Il CS sottolinea che è consuetudine, di qualche Club, non dare alcuna comunicazione delle proprie attività al Governatore ed alla Direzione del Distretto attraverso la trasmissione degli inviti delle attività, ma, cosa ben più grave, svolge le proprie attività solo tra i soci del club, senza aprirsi all’esterno, chiusi come circoli culturali nelle sale di qualche albergo.

A tal proposito invita i Presidenti di Zona affinché accertino queste consuetudini, trasmettano questo messaggio e facciano comprendere ai clubs di loro pertinenza, l’importanza di svolgere le loro iniziative all’esterno, nelle sedi Istituzionali ed aperte al pubblico.

Facendo riferimento ai dati ufficiali forniti dal sito della Sede Internazionale, al 30 settembre 2010, i soci risultavano essere 4986.

Al 28 gennaio 2011, i soci risultano essere 4913, con una perdita di 73 soci.

Il CS fa notare quanto sia strana una fuoriuscita improvvisa di soci, a luglio sono 29, ad agosto 13 ed a settembre 25.

Evidenzia che anche nelle ultime Visite svolte, vi sono clubs che ancora, per ammissione di Presidenti, Segretari e Tesorieri, devono comunicare dallo scorso anno, dimissioni di decine di soci.

Il CS continua dicendo che la Segreteria Distrettuale, nelle sue componenti, ha lavorato con grande affiatamento e continuerà a farlo, sia sul piano amministrativo, esigendo il rispetto dei tempi per l’invio dei rapporti soci, ritenendo che questo sia il modo più serio per evitare sgradite sorprese al successivo anno sociale, quanto su quello formativo, inteso come rispetto delle regole statutarie, dei ruoli, delle norme etiche e comportamentali che sempre hanno distinto il nostro Distretto e resterà attenta, come già detto in occasione del II Gabinetto Distrettuale, affinché sia rivolta particolare attenzione al mantenimento, alla stabilità, all’armonia ed all’incremento dei sodalizi esistenti, adoperandoci, come abbiamo fatto in occasione delle Visite amministrative ad incoraggiare al servizio ed aiutare i clubs in difficoltà.

Sottolinea come sia ancora evidente la difficoltà degli officers di club a rapportarsi con l’informatica, ed invita i Presidenti di Circoscrizione e di Zona a suggerire ai Presidenti di Clubs a porre particolare attenzione nella scelta dei futuri officers di club.

IV punto all’Ordine del Giorno, relazione del Tesoriere Distrettuale:

Il Tesoriere del Distretto Antonino Allia, espone l’andamento della Gestione Finanziaria del Distretto dall’inizio dell’Anno Sociale al 31 Gennaio 2011 che testualmente viene riportata:

Durante questo arco di tempo si sono susseguiti i seguenti movimenti:

Totale delle Entrate Riscosse €. 316.617,47

Totale delle Uscite Effettuate €. 150.235,95

SALDO ATTIVO DISPONIBILE IN Banca €. 166.381,52

Il CT riferisce che la Gestione Finanziaria è già stata sottoposta, in due verifiche contabili, all’attenzione ed al controllo dei Revisori che l’hanno condivisa ed approvata.

Come risulta nell’Allegato A, che è parte integrante della presente relazione, distribuita a tutti i componenti la Direzione del Distretto, le Entrate corrispondono a :

Avanzo di Cassa Esercizio 2009/2010 (vedi punto 1) €. 7.671,13

Credito Riscosso ( Trasferito da Gest. 2009/2010 ) (vedi punto 2) €. 4.998,71

Quote Sociali versate dai 108 Clubs (vedi punto 3) €. 300.263,96

Interessi Attivi sul c.c. (vedi punto 4) €. 190,12

Entrate Diverse (vedi punto 5) €. 3.493,55

Totale delle Entrate Effettive €. 316.617,47

Le Entrate Diverse, esposte al punto 5, sono dovute a versamenti dei Clubs che hanno richiesto alcuni Annuari Cartacei e dei Melvin Jones.

Le Uscite effettuate sono contenute nei limiti delle rispettive previsioni.

Il CT fa rilevare che tutti i Clubs hanno effettuato il versamento del loro contributo relativo al primo semestre, anche se alcuni hanno versato delle quote leggermente inferiori rispetto al dovuto.

Precisa che ha concordato con i rispettivi Tesorieri che verseranno, assieme alla 2^ rata, le somme corrisposte in meno nel primo semestre.

Nell’Allegato B, anche esso parte integrante della relazione, è annotata la contabilità dei Fondi Distrettuali e le relative situazioni.

Per il Fondo Solidarietà e il Fondo per l’Archivio Storico sono stati riacquistati, in data 31/01/2011, per la somma complessiva di . 411.498,40, dei fondi “pronto contro termine”, sempre per avere un tasso lievemente più remunerativo rispetto a quello del c.c.

Il CT rinnova agli amici Tesorieri la richiesta della massima collaborazione e della puntualità nel versamento delle quote previste dall’art. 35 del nostro Statuto, ricordando che al prossimo Congresso Distrettuale solo i delegati dei Clubs, in regola con i versamenti all’Associazione e al Distretto, potranno esercitare il diritto di voto.

Il DG chiede di votare per l’approvazione della relazione del CT.

La relazione viene approvata all’unanimità per alzata di mano (con l’astensione del CT).

V punto all’Ordine del Giorno, Esame modifica Statuto del Centro Studi:

Interviene il DG sull’argomento modifica Statuto Centro Studi;

Il DG invita il PDG Renato De Giacomo a relazionare sull’argomento.

Il PDG De Giacomo interviene chiedendo se vi sono ulteriori richieste di chiarimenti oltre quelle che sono già pervenute per posta.

Il DG chiede se vi sono proposte.

Interviene il PDG Sartorio, il quale fa rilevare che nell’anno in cui era Presidente del Centro Studi, con Governatore Francesco Amodeo, furono avanzate diverse proposte di modifica in quella occasione, il PIP fece rilevare che le modifiche dello Statuto del Centro Studi dovevano essere approvate dall’Assemblea del Congresso Distrettuale, alcune di queste proposte furono tenute in considerazione, delle altre non se ne sa più niente.

Il PDG Sartorio fa rilevare che queste proposte sono rimaste in possesso della Segreteria del Distretto dell’anno di Francesco Amodeo.

Interviene il PDG Amodeo, e chiede al PDG Sartorio a chi sono state consegnate queste proposte.

Il PDG Sartorio, riferisce che le ha lette in occasione del Congresso Distrettuale di Francesco Amodeo, ed il PIP disse al Governatore entrante (R. Pellegrino) che quelle modifiche andavano portate all’approvazione dell’assemblea del suo anno.

Il PDG De Giacomo, rassicura che ancora si è in tempo per qualsiasi modifica, di conseguenza basta proporle per portarle all’approvazione dell’assemblea del Congresso Distrettuale del prossimo maggio.

Interviene l’RC Isidoro Spanò sull’art. 5 che riguarda la maggioranza numerica per considerare valida la riunione, proponendo di portare da 3 a 4 le presenze per considerare valida la convocazione.

Riguardo l’art.4, fa notare che il termine “preferibilmente” lascia spazio a varie interpretazioni.

Riguardo l’art.8, propone di correggere la frase “prendono parte senza diritto di voto il I° ed il II° VDG”, in “saranno invitati senza diritto di voto….”.

Interviene il PDG De Giacomo sulle modifiche che sono state proposte:

  • · Art.1, va effettuata la correzione da Edoardo ad Eduardo Grasso;
  • · Sulle finalità del Centro Studi, è stato fatto notare che il suggerimento dei programmi al DG, in funzione all’utilità del Distretto per la sua attività operativa, deve essere richiesta dal DG, diversamente il DG si troverebbe nell’imbarazzo di prendere in considerazione o meno i programmi che il centro studi suggerisce.

Premesso che la programmazione dell’attività del Distretto, per Statuto Internazionale, è delegata al DG in assoluta autonomia, motivo per il quale non vi è possibilità di effettuare pressioni sulle scelte del DG, resta pur sempre l’esigenza di dare “una ragion d’essere” a questo Centro Studi, venendo a mancare il quale non avrebbe significato concepire il servizio svolto dallo stesso e per le finalità per il quale è stato creato.

In definitiva, il C.S. propone attività utili agli scopi del Distretto, il DG ha la facoltà di prendere in considerazione o meno tali suggerimenti.

  • · Era previsto nel vigente Statuto del C.S., che questo collaborasse con la formazione dei soci, ma considerato che vi sono altre entità deputate a tale scopo (GMT/GLT), ritengo che se ne possa fare a meno.
  • · Il C.S. è composto da 6 componenti ed è presieduto “ex officio” dal DG.

Premesso che i sei componenti vengono eletti dall’assemblea annuale, il DG non è eletto dall’assemblea quindi non è un componente del C.S., ma ricopre solo la funzione di Presidente “ex officio” del C.S..

Il Direttore del C.S., invece, viene eletto fra i 6 componenti, senza la partecipazione “discreta”del DG.

  • · Per quanto riguarda le modalità di elezione del Direttore del C.S., viste le recenti difficoltà in tal senso, penso che la maggioranza di 4 componenti su 6 sia sufficiente;
  • · Per quanto riguarda i requisiti richiesti per poter essere eletto al C.S., si consiglia, usando l’avverbio “preferibilmente” che questi abbiano svolto i ruoli di servizio necessari a presentarsi alle elezioni per II° VDG.

Considerato che l’esperienza dei PDG è la migliore che si può avere per ricoprire tale incarico, si vuole dire all’assemblea che questi sarebbero da preferire rispetto ad altri lions che ancora non hanno servito come Governatori.

  • · E’ anche previsto che se qualche componente non partecipa a tre riunioni consecutive, decade dall’incarico.
  • · Qualora al sesto posto vengano a trovarsi, nell’ambito delle votazioni, due lions, a parità di voti, in questo caso si da priorità al lion con maggiore anzianità lionistica, se uno è un PDG, si dovrebbe preferire appunto il PDG.
  • · Spese per il funzionamento del Centro Studi: al massimo si può trattare di rimborsi spese.

Non vi sono altre osservazione, proporrei al mio Comitato di elaborare una bozza definitiva.

Interviene il PDG Amedeo Tullio per precisare che nell’ambito dell’elezione del Direttore del C.S. si sono riscontrate difficoltà per i tempi troppo brevi e le riunioni troppo dilatate nel tempo..

Concordo con quanto detto dal PDG De Giacomo, riguardo le modalità di votazione del Direttore del Centro Studi per impedire che possano succedere ancora queste cose.

Interviene ancora sull’argomento il DG per precisare che altre modifiche potrebbe proporle l’Assemblea.

Interviene il PCC Salvatore Giacona asserendo che come Comitato Affari Legali, abbiamo esaminato la proposta che proveniva dal C.S..

Ovviamente il nostro è un organo consultivo, che può portare il proprio parere al Gabinetto, come oggi, che può valutarlo e portarlo all’Assemblea la quale potrà approvarlo o apportarvi delle modifiche, in quanto sovrana.

Se vi sono altre proposte, le esamineremo in tempo utile.

Si apre un vivace dibattito.

  • · Si proporre di portare a sette i componenti del C.S.;
  • · Si propone che qualsiasi socio possa candidarsi al C.S.;
  • · Si propone che venga eliminata la dizione “preferibilmente Past Governatori”;

Interviene il DG per precisare che in questa sede non si mettono in atto “scelte verticistiche” e non vi è alcun attentato alla democrazia, in quanto il fatto stesso che queste proposte di modifiche siano state portate al Gabinetto Distrettuale e successivamente lo saranno in Assemblea è indice del contrario.

Continua dicendo che affinché nel centro si sia operativi, bisogna avere un minimo di esperienza, ritengo che bisogna indicare qualche requisito.

Riguardo l’argomento “preferibilmente un Past Governatore”, poco fa ho detto mettiamo a votazione questa frase oppure eliminiamola… forse non eravate attenti.

Interviene il PDG Amedeo Tullio, facendo notare che il C.S. è un organismo eletto dall’Assemblea, il Governatore è un organo eletto dall’Assemblea e come da Statuto Internazionale presiede tutto, ma l’organismo C.S. è autonomo, in quanto eletto dall’Assemblea, nella logica che sia un comitato che propone al D.G. pro tempore, diversamente il D.G. si nomina dei consulenti e non avrebbe più ragion d’essere il C. S..

Interviene il Segretario del Distretto Francesco Freni Terranova, il quale fa notare ai Componenti il Gabinetto Distrettuale che, evidentemente, ancora su questo argomento non vi sono le idee chiare, in quanto sono state avanzate delle proposte che esulano da quelle già formulate e presentate all’odierno Gabinetto, motivo per il quale il CS invita i Componenti il Gabinetto Distrettuale a rivedere gli articoli ed inviare le proposte di modifica allo Statuto-Regolamento del C.S. all’attenzione della Segreteria Distrettuale, la quale le trasmetterà a chi di competenza.

Interviene l’IPDG Rosario Pellegrino dicendo che secondo lui, vi è una modifica fondamentale da fare, che affida a chi è deputato a farle queste modifiche per portarle all’Assemblea.

Continua dicendo che il C.S. deve avere una sua finalità, dopo il lavoro svolto, non può essere solo un supporto logico al D.G. che ne è il Presidente, o quanto meno non solo quello, in quanto il C.S. è stato concepito come organo di approfondimento, ma manca il destinatario finale di questo approfondimento che è l’Assemblea.

Per cui invito a valutare la possibilità di dare al C.S. la facoltà di proporre all’Assemblea.

Ed inoltre, il nostro Statuto non prevede molte cose, sulla prosecuzione delle attività, per esempio, ci sono programmi di grande respiro che ovviamente non possono esaurirsi nell’arco di poco tempo, ed il C.S., potrebbe, almeno sotto questo profilo, rappresentare quella continuità che

Statutariamente non c’é.

Un’altra raccomandazione: il ruolo dei PDG bisogna discuterlo dalle fondamenta, nel senso che o i PDG in tutto ciò hanno un ruolo, ed allora si dice quale è, sia di accesso al C.S., sia come attività vera e propria o altrimenti non si dice e ci si ferma ai requisiti per essere eletti che sono quelli che avete letto tutti, e personalmente condivido questa seconda proposta.

A conclusione dell’argomento interviene il DG per raccomandare, come proposto dal CS, di mandare alla Segreteria Distrettuale entro 10 giorni le proposte di modifica da sottoporre all’Assemblea del Distretto.

VI punto all’Ordine del Giornoesame proposta di gestione del Fondo di Solidarietà del Distretto:

Interviene il PCC Salvatore Giacona: ricordando che in occasione della riunione del precedente Gabinetto Distrettuale, tenutasi a Messina il 29 ottobre 2010 (il cui verbale è stato approvato oggi), trattando il 12° punto dell’odg, il Governatore, aveva presentato, condividendone l’opportunità e l’utilità, la proposta avanzata dalla Consulta dei Past Governatori di redigere un regolamento per la gestione del Fondo di Solidarietà del Distretto da sottoporre all’approvazione del 3° Gabinetto nella seduta odierna, per inserirlo quindi nell’odg della prossima Assemblea Distrettuale di maggio p.v..

Il PCC Giacona, fa rilevare, che a tal fine il D.G. Scamporrino ha cooptato, nell’ambito della commissione, il PDG Raffaele Tommasini, promotore in seno alla Consulta di questa iniziativa, dandogli l’incarico di predisporre una bozza del Regolamento da sottoporre alla commissione, la quale a sua volta, avrebbe stilato un documento finale da inoltrare ai componenti del Gabinetto affinché la visionassero prima della riunione, allo scopo di essere messi in condizione di fare eventuali osservazioni.

Il PCC Giacona, fa presente di aver inviato e-mail l’11 gennaio e successivamente il 25 gennaio al PDG Tommasini, rappresentando in quest’ultima l’esigenza di avere questa bozza al più presto da sottoporre al Gabinetto di oggi, a tutt’oggi, riferisce, non hanno avuto alcun riscontro.

Di conseguenza, la Commissione non ha potuto redigere una bozza, in quanto il contributo del PDG Tommasini, determinante, attesa la sua attitudine specifica è venuto a mancare.

Il PCC Giacona conclude sottolineando che in conseguenza delle discusse difficoltà, bisognerebbe valutare, in considerazione del fatto che l’argomento richiede degli approfondimenti adeguati, l’opportunità o meno di inserire tale argomento all’odg del Congresso Distrettuale.

Interviene il DG, e nel ringraziare il PCC Giacona, auspica che entro il 20 marzo possano essere proposte delle modifiche, superato tale termine, non sarà più possibile inserire l’argomento all’odg del Congresso Distrettuale.

Continua proponendo, su suggerimento del IPDG Rosario Pellegrino, la possibilità di affiancare al Comitato Statuto e Regolamento, per l’argomento in questione, la Commissione per la gestione del Fondo Distrettuale di Solidarietà.

Se il PDG Tommasini non ha più interesse, dopo aver fatto la proposta, vediamo di supplire con le competenze che certamente sono presenti in questi comitati.

Interviene il PCC Giacona, il quale, a nome anche degli altri componenti della Commissione, ben volentieri, usufruendo anche dell’ausilio della Commissione presieduta dall’IPDG Pellegrino, cercheranno di predisporre un documento sull’argomento.

VII punto all’Ordine del GiornoCandidatura del L.C. Taormina ad ospitare il Congresso Nazionale del 2013;

Interviene il DG il quale riferisce che successivamente all’approvazione della candidatura da parte di questo gabinetto nella II riunione di Messina, la documentazione è stata inviata alla Segreteria del Multidistretto e presentata al Consiglio dei Governatori del 18 dicembre 2010.

Successivamente, ci è stato fatto notare dalla Segreteria del Multidistretto, che a corredo della richiesta doveva essere aggiunto, a norma dell’articolo 2 – comma 4 – capoverso A del regolamento del Multidistretto 108 Italy, il parere favorevole del distretto contenente l’impegno per la copertura totale dell’eventuale disavanzo, essendo questa una procedura di routine che va allegata alla richiesta su questa candidatura, che onora il nostro distretto e per la quale sarà chiesta l’approvazione definitiva della nostra Assemblea Distrettuale di maggio.

Su questa questione vi devo riferire il placet del II VDG Pogliese, comunicatomi con una lettera che è stata messa agli atti.

VIII punto all’Ordine del GiornoProposta di convenzione del Distretto 108 Yb con la Fondazione Puglisi Cosentino;

Il DG mette a conoscenza il Gabinetto Distrettuale, che è stata firmata una convezione con la Fondazione Puglisi Cosentino.

Riferisce che la convenzione è a costo zero da parte nostra, e prevede sconti per i soci lions sui biglietti d’ingresso alle mostre ed agli eventi organizzati dalla fondazione.

Questa fondazione rappresenta una eccellenza del territorio, ed è opportuno dialogare con enti così autorevoli.

Il DG precisa che la convenzione è in vigore fino al 30 giugno.

IX punto all’Ordine del GiornoRichiesta contributo alla LCIF per apparecchio di monitoraggio Giampilieri;

Interviene il DG sull’argomento: Come parecchi di voi sapranno, Giampilieri è una località sulla fascia ionica della provincia di Messina colpita dalla frana dell’ottobre 2009, per la quale sono state avviate delle iniziative da parte del nostro distretto già dallo scorso anno, e che ora vorremmo definire in maniera più dettagliata.

A tal fine sono state accantonate e vincolate delle somme, attorno a diciannovemila euro, come si evince anche dal bilancio presentato dal Tesoriere Distrettuale.

Il progetto è in via di definizione e invito Antonio Rizzo, che per la sua competenza, la sua passione, e per quanto ha già contribuito a fare per le problematiche in questione, e più in generale sulla protezione civile, ritengo sia la persona adatta.

Interviene Antonio Rizzo:

Ci stiamo attivando, insieme al responsabile LCIF Salvo Ingrassia, per presentare questo progetto per un cofinanziamento in quanto siamo arrivati grosso modo, alla metà della copertura finanziaria che ci servirebbe per portare avanti questo progetto, si tratta di un fatto innovativo che ci vede impegnati per la prima volta come Lions, nell’ambito della prevenzione nel campo della Protezione Civile.

Questo progetto vuole essere un contributo al sistema di prevenzione e consente a distanza ed anche nelle ore notturne di controllare una porzione di territorio, verificare che situazione di evoluzione c’è quando piove.

Questa attrezzatura, costituita da una telecamera infrarosso-termico, legge l’umidità e la temperatura del terreno ed attraverso un softtware, consente di allertare situazioni di pericolo.

L’importo totale era di settantamila euro, noi abbiamo raggiunto la somma di diciannovemila euro richiedendo questo ulteriore contributo alla Fondazione arriveremmo a quarantamila euro, quindi saremmo nella fase B di progetto, ovvero un progetto minimo ma funzionale per poter partire.

X punto all’Ordine del Giorno, Intervento del Responsabile della LCIF;

Interviene il Responsabile della Fondazione presso il nostro Distretto Salvo Ingrassia, il quale desidera sottoporre all’attenzione del Gabinetto Distrettuale alcuni numeri:

976.000 dollari- rappresenta quanto versato dal MD 108 alla Fondazione LCIF nell’anno 2009/10;

66.131 dollari- rappresenta quanto versato dal Distr.108Yb alla Fond. LCIF nell’anno 2009/10;

In base a questo dato, ci poniamo al 4° posto, per contribuzione , rispetto ai 17 distretti del MD 108.

992 – sono ad oggi i riconoscimenti MJF ai soci lion del Nostro Distretto;

210 – sono ad oggi i riconoscimenti MJF progressivo ai soci lion del Nostro Distretto;

25%- circa è la percentuale di soci del Nostro Distretto che hanno beneficiato di detti riconoscimenti.

Grazie a tutto questo la Fondazione Internazionale, ha quegli strumenti che ci consente di realizzare progetti in tutto il mondo e che, per importanza ed impegno finanziario non sono alla portata dei singoli club.

Spesso però la LCIF è nota ai più solo per l’aspetto della contribuzione finanziaria del singolo club.

Occorre quindi colmare, questo difetto di comunicazione esponendo ai Presidenti di clubs ed ai singoli soci i molteplici ed interessanti aspetti della fondazione, evidenziando che ogni contributo grande o piccolo che sia costituisce (comunque) un segno tangibile dell’adesione del singolo club ad iniziative volte a donare aiuto, speranza e salute in qualche parte del mondo.

Per fare questo, ancora una volta manifesto la mia totale disponibilità a partecipare alle singole riunioni di Circoscrizione, questo, forse, potrà contribuire a ribaltare il trend negativo del numero dei soci del nostro distretto che risulta:

-al 30.06.2009 : 5022 con 105 clubs

-al 30.06.2010 : 4974 con 108 clubs ( – 48 )

-al 30.12.2010 : 4894 con 109 clubs ( -83 )

-al 30.01.2010 : 4910 con 109 clubs ( – 67 )

XI punto all’Ordine del GiornoPredisposizione ed approvazione dell’o.d.g. del Congresso Distrettuale;

Interviene il DG, dicendo che il Congresso Distrettuale richiede delle procedure particolari che sono qui di seguito riportate e che vi propongo:

1. Introduzione e relazione del Governatore;

2. Adempimenti preliminari:

  • · Insediamento Consiglio di Presidenza;
  • · Nomina della Commissione Verifica Poteri;
  • · Nomina di n.8 scrutatori e n.4 questori;

3. Relazione del Segretario del Distretto;

4. Relazione del Tesoriere del Distretto: situazione contabile al 30 aprile 2011;

5. Relazioni dei Delegati Responsabili ai Temi e Services Internazionali, Nazionali e Distrettuali;

6. Presentazione dei Candidati alla carica di I e II Vice Governatore e di Governatore per l’anno sociale 2011-2012;

7. Modalità votazioni per l’elezione del I e II Vice Governatore, del Governatore e dei componenti del Centro Studi;

8. Discorso programmatico del candidato alla carica di Governatore;

9. 59° Congresso Nazionale di Torino;

10. Convention Internazionale di Seattle;

11. Abrogazione art.26 dello Statuto del Distretto 108Yb;

12.Modifica Statuto del Centro Studi;

13. Esame proposta Regolamento di gestione del Fondo di Solidarietà del Distretto;

14. Riduzione della quota pro archivio storico;

15. Adesione del Distretto come socio della “Onlus Lions Quest”, e mandato di rappresentanza al governatore pro tempore all’assemblea dei soci della Onlus;

Il DG riferisce che il Lions Quest è da alcuni anni gestito da una Onlus attraverso uno Statuto che prevedeva che tutti i Distretti fossero soci della suddetta Onlus, (senza saperlo).

Quest’anno, il Consiglio dei Governatori, ha ritenuto opportuno modificare lo Statuto della Onlus, separando la parte politica da quella operativa al fine di evitare che ci fossero le stesse persone che occupassero il ruolo di controllori e controllati.

Di conseguenza, è necessario che anche la nostra assemblea esprima la volontà di dare mandato al Distretto 108 Yb in qualità di socio della “Onlus Lions Quest”, ed alla persona che giuridicamente lo rappresenta, ovvero il D.G. pro tempore, di rappresentare il Distretto all’assemblea dei soci della Onlus; questo perché, ribadisco, il 15 gennaio scorso è stato modificato lo statuto della detta Onlus, per mettere ordine e regole certe nella gestione del Lions Quest in Italia.

16. Candidatura del L.C. Taormina ad ospitare il Congresso Nazionale a.s. 2012-2013;

17. Nomina di tre Revisori effettivi e di due Revisori supplenti del Distretto;

18. Consegna premi e benemerenze;

19. Varie ed eventuali;

20. Proclamazione dei Vice Governatori e del Governatore eletti;

21. Intervento del Governatore eletto;

22. Intervento del Governatore;

23. Intervento del Presidente Internazionale Emerito Giuseppe Grimaldi;

24. Intervento del Direttore Internazionale Domenico Messina.

Continua il DG dicendo che, bisogna approvare la quota di partecipazione ed iscrizione al Congresso Distrettuale, proponendo di mantenere la stessa degli ultimi due anni che è di €60,00.

La proposta del DG viene votata e approvata all’unanimità.

XII punto all’Ordine del GiornoNomina della Commissione Elettorale (ex art. 4 del Regolamento Distrettuale) per il XV Congresso Distrettuale;

Il DG riferisce che a norma dell’articolo 4 del regolamento del nostro Distretto, il Governatore, sentito il Gabinetto, deve nominare una commissione elettorale composta da tre lions, di cui uno con funzioni di Presidente.

Tale commissione avrà il compito di valutare le candidature alle cariche di Governatore, di I e di II Vice Governatore per l’anno di servizio 2011-2012.

Il DG continua dicendo che esiste una consuetudine non scritta e non prevista dalla Statuto, la quale moralmente ci invita a non nominare in tale Commissione lions che facciano parte delle aree (Circoscrizioni) di provenienza dei candidati alle suddette cariche.

In questo caso saranno evitate le circoscrizioni VI e VIII in quanto vi è il candidato a Governatore, IV e V circoscrizione in quanto vi è il candidato a I Vice Governatore, I e II circoscrizione (anche se non ancora ufficializzata) in quanto vi è il candidato a II Vice Governatore.

Il DG propone in tale commissione Cesare Fulci con funzioni di Presidente, Giovanni Marletta e Valerio Contrafatto.

La proposta viene approvata per acclamazione.

XIII punto all’Ordine del Giorno, Varie ed eventuali;

Interviene il Cerimoniere Distrettuale Ninni Giannotta, coordinare degli interventi che sono stati richiesti:

Michele Cirafisi, Presidente della IX Circoscrizione (Area Agrigento):

l’intervento vuole dare voce alle istanze scaturite nell’ultima riunione di Circoscrizione da parte di tutti i Presidenti dei Clubs riguardo al disagio che si è venuto a creare riguardo al Service Occhiali Usati, al quale quest’anno è stata affiancata la raccolta delle bici e dei computer.

Nell’ambito di questo service, che nella IX circoscrizione ha avuto un ottimo risultato, si registra la difficoltà di collocare bici e computer che, perfettamente riparati, con oneri sostenuti da privati o dai clubs stessi, giacciono attualmente in ricoveri di fortuna, messi a disposizione da privati.

Chiede al DG come risolvere tale problema per la consegna di tale materiale.

Il DG risponde dicendo che la difficoltà nasce dal fatto che il responsabile del service in questione, per motivi personali, non ha potuto più ricoprire tale incarico.

Il Service Internazionale prevede la sola raccolta degli occhiali usati, la raccolta delle bici e dei computer, invece, era una iniziativa di Massimino, il quale, con i suoi mezzi, riusciva a far pervenire in Africa questo materiale.

Ci si augura, in seguito, di poter riprendere questa iniziativa, e nel contempo proveremo a trovare una soluzione per non vanificare il lavoro svolto dai Clubs.

Domenico Scalisi, Presidente Zona 5:

riferisce, che dovendosi recare a fine marzo in una missione in Madacascar, presso l’ospedale, a portare il contributo che il club di Alcamo ha raccolto per la costruzione di un pozzo, potrebbe chiedere agli organizzatori, se possibile, in un container portare presso questa missione le biciclette ed i computer a cui faceva cenno il precedente intervento.

Filippo Stuppia, Presidente della VIII Circoscrizione (Area Palermo-Trapani):

presenta una istanza scaturita dalla II riunione di Circoscrizione e presentata dal Club di Piazza Armerina.

I giovani che dovranno venire al Campo Trinacria, così come richiesto dal Campo Italia quest’anno sono il doppio, ed i giorni sono anche essi il doppio, quindi il badget del Distretto, che è di €10.000,00, è lo stesso dello scorso anno.

Chiedo quindi che nella prossima riunione del Gabinetto Distrettuale, venga messo all’ordine del giorno di incrementare la somma prevista per il Campo Trinacria.

Il DG risponde che aveva già detto ai responsabili del Campo Trinacria, che le loro richieste dovevano essere presentate attraverso un bilancio di previsione dettagliato di quelli che sarebbero stati i costi, sottolineando che così come il Distretto ricerca sponsor per le sue attività, allo stesso modo sarebbe opportuno che facessero anche i rispettivi comitati distrettuali.

PDG Giovanni Marletta,

interviene per far presente che essendo questa del raddoppio, una richiesta avanzata dal Campo Italia ed avallata dal Multidistretto, dovrebbe essere lo stesso Multidistretto, e quindi il Consiglio dei Governatori a venire incontro alle richieste dei vari campi regionali e a dare un contributo.

Il DG, riferisce che questa iniziativa del raddoppio è stata presa dal responsabile nazionale del Campo Italia senza che il Consiglio dei Governatori fosse messo al corrente.

Il Consiglio dei Governatori ha risposto a questa iniziativa nei luoghi e nei dovuti modi.

Ribadisce, quanto detto in precedenza, non escludendo la disponibilità del Distretto, pur sottolineando che lo stesso non può apportare una variazione di bilancio da €10.000,00 a €20.000,00.

Anche in considerazione del fatto che il nostro Distretto da dieci anni ha le quote invariate, con il 24% ufficiale di inflazione in dieci anni e con l’euro, che sappiamo tutti ha dimezzato il nostro potere di acquisto.

Non vi è alcuna preclusione, però bisogna venirsi incontro e soprattutto trovarsi gli sponsor.

Luigi Fricano, Addetto ai rapporti con i Clubs:

fermo restando la giusta richiesta avanzata dal Distretto di una previsione dei costi, vorrei anche sapere se il Gabinetto, avendo preso atto di questa problematica, può, attraverso la persona del D.G. presentare una istanza al Multidistretto, il quale, a sua volta, andrebbe gravato nel suo bilancio anche di un ulteriore contributo per il Campo Italia.

In quanto mi viene difficile pensare che, a causa della cattiva gestione di un singolo incaricato, il Consiglio dei Governatori non pensi, anche materialmente, di porre un rimedio a questa situazione.

Il DG risponde che neanche il Multidistretto ha i fondi necessari e ribadisce che si cercherà di trovare una soluzione.

Maurizio La Spina: Delegato Responsabile Poster per la Pace,

fa presente che l’indomani, sarà premiata dal Governatore, l’alunna che è risultata prima nel nostro Distretto.

Nello stesso contesto, saranno consegnate delle targhe, predisposte dal Distretto, che non è stato possibile consegnare nelle manifestazioni di circoscrizione.

Invita quindi Presidenti di Circoscrizione o di Zona ad invitare i rappresentanti dei clubs di Acireale, Catania Stesicoro Centrum, Lentini, Canicattì Castel Bonanno a ritirare la targa.

PDG Francesco Amodeo, Direttore della Rivista Distretuale:

fa notare lo sforzo della redazione per realizzare la rivista nel migliore dei modi. E’ stata migliorata la veste grafica, ma soprattutto l’effetto della comunicazione che è stato dato in questo anno sociale.

Comunica che grazie all’apporto del Notiziario On-line, abbiamo ricevuto il riconoscimento, arrivato a sorpresa, dato alla rivista da Telethon attraverso la persona di Luca di Montezemolo.

La rivista, attraverso un progetto grafico elaborato nei minimi particolari, è rivolta alla valorizzazione della Sicilia, sia dal punto di vista turistico che paesaggistico, ma soprattutto culturale.

Nel contesto non abbiamo trascurato di dar rilevanza alle più importanti iniziative che hanno caratterizzato l’attività del nostro Distretto.

I costi sono stati abbattuti, grazie agli sponsor ed all’impegno di Zina Corso D’Arca, ed anche le spese di spedizione sono state azzerate, in quanto tutti ritireranno nella sede di questo incontro, presso la segreteria le riviste dei vari clubs con un risparmio netto per il Distretto di €2180,00 occorrenti appunto per la spedizione.

Ringrazia della loro preziosa collaborazione il Vice Direttore della Rivista Tommaso Aiello e l’Addetto Stampa Distrettuale Nicolò Marinaro, non dimenticando l’instancabile contributo di Mariano Barbara e Giuseppe Provenzano.

Descrive con dovizia di particolari le pagine della rivista, mettendo in evidenza gli articoli e le tematiche in essa contenuti.

XIV punto all’Ordine del Giorno, Conclusioni:

Interviene il I VDG Sebastiano Di Pietro:

constatando di essere giunti al III Gabinetto Distrettuale, è segno che metà anno è stato svolto,sottolineando l’armonia e l’amicizia che l’ha caratterizzato.

Porge un saluto all’IPDG Rosario Pellegrino ed augura ai convenuti un buon proseguimento.

Interviene il l’IPDG Rosario Pellegrino:

Coglie l’occasione per salutare tutti e ringraziarli per la vicinanza ricevuta. Continua dicendo che abbiamo una esigenza di continuità delle nostre iniziative, motivo per il quale, ogni anno è come se si cominciasse dall’anno zero, e questo, in una società moderna come la nostra non serve, per cui c’è la necessità di modifiche.

Bisognerebbe cambiare gli statuti internazionali.

Bisogna prendere impegni congressuali che durano nel tempo, questa ritengo sia una priorità per la nostra Associazione, in quanto è un momento in cui si stanno rifondando tante cose e si avverte necessità della presenza istituzionale della nostra Associazione e delle associazioni come la nostra.

Ricorda il Protocollo con le nostre Università, di due su quattro delle nostre Università.

Si sono firmati protocolli fra parecchi Municipi e gli fa piacere costatare che questo sta continuando.

L’anno scorso abbiamo cercato di dare possibilità diverse ai giovani africani che non disponevano di determinate condizioni.

Abbiamo cercato di mettere i Lions al centro di alcune questioni importantissime, vedi il Mediterraneo.

Quando queste esigenze hanno già uno sviluppo, stanno interloquendo, e si interrompono.., è questo che diminuisce la credibilità dell’Associazione nei confronti di chi dovrebbe affluire da noi.

Siccome esiste nell’Ambito della nostra Associazione un patrimonio di cultura e di cuore, invito queste persone a continuare a fare quello che è stato iniziato, in quanto non posso pensare che all’interno della nostra Associazione possa essere istaurato un regime.

Per far questo bisogna impegnare le migliori intelligenze e le forze nuove.

I PDG servono per dare delle indicazioni.

Bisogna quindi che venga ripresa una attività che va necessariamente portata fuori.

Conclude la terza riunione del Gabinetto Distrettuale dell’anno sociale 2010-2011, il

Governatore Giuseppe Scamporrino:

ringrazia i convenuti per essere stati puntuali ed attenti alle varie discussioni di questa riunione.

Ringrazio gli amici PDG per il loro importante aiuto su parecchi argomenti all’o.d.g..

Esprime il piacere di avere con noi di nuovo Saro Pellegrino, condividendo i pensieri da lui espressi.

Certamente questa è strada da percorrere, fare sistema, una pratica assolutamente carente sulla nostra isola, e noi siciliani ne siamo i responsabili in quanto poco propensi al confronto

Il Governatore  – Giuseppe Scamporrino

Il Segretario – Francesco Freni Terranova

Messina, 20 marzo 2011

Annunci