* Musei a Palermo

Museo archeologico regionale Antonio Salinas: possiede una delle più ricche collezioni d’arte punica, greca ed etrusca d’Italia, oltre che reperti preistorici egizi e romani. Sono presenti le testimonianze di gran parte della storia siciliana.


Palermo, Piazza Olivella
Tel. +39 091 6620220
Fax +39 091 6110740

Lunedì, mercoledì, giovedì e sabato dalle 9 alle 14.

Martedì e venerdì dalle 9 alle 14 e dalle 15 alle 18.
Domenica e festivi dalle 9 alle 13.
Ingresso gratuito per i cittadini della Comunità Europea di età inferiore ai 18 anni e superiore ai 60 anni.

SERVIZI:
• Biblioteca
• Audiovisivi
• Punto vendita materiale illustrativo
• Vietato l’uso del flash


GAM Galleria d’Arte Moderna “Sant’Anna“: il museo comprende l’ex convento dei Francescani in stile barocco e palazzo Bonet in stile gotico catalano. Possiede una grande collezione che comprende opere di importantissimi artisti come Guttuso, Campigli, Carrà, Casorati, Sironi, Greco e De Chirico. 

Via Sant’Anna, 21 – 90133 Palermo

da martedì a giovedi ore 9,30 – 18,30

venerdi e sabato 9.30 – 23.00

domenica 9.30 – 18.30

lunedì chiuso, anche se giorno festivo.

La biglietteria chiude sempre un’ora prima

Galleria Regionale della Sicilia “Palazzo Abatellis”: il museo, all’interno del palazzo quattrocentesco, è stato allestito nel 1953 da Carlo Scarpa. Dentro è conservata una vasta collezione di opere d’arte medievali tra le quali l’Annunziata di Antonello da Messina e il Trionfo della Morte.
Museo d’Arte e Archeologia “Ignazio Mormino”: il museo comprende un’ampia collezione di ceramiche dei secoli XVI, XVII e XVIII, una collezione numismatica, con annessa biblioteca e un’area dedicata alla Filatelia, dove sono presenti antiche stampe risalenti al Regno delle Due Sicilie, carte geografiche, antichi francobolli e piante di città siciliane dal XVII secolo alXIX secolo.
RISO Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia: il palazzo costruito alla fine del XVIII secolo oggi è il museo di arte contemporanea più importante della regione. La collezione comprende opere di importanti artisti come Emilio Isgrò, Carla Accardi e Pietro Consagra.
Museo Etnografico Siciliano “Giuseppe Pitrè”: nelle sale del museo, trovano documentazione gli usi e i costumi del popolo siciliano, attraverso una collezione che comprende la casa, filatura e tessitura, arredi e corredi, i costumi, le ceramiche, l’arte dei pastori, caccia e pesca, agricoltura e pastorizia, arti e mestieri, i veicoli, il carretto siciliano, i pupi, il carro del festino, le pitture su vetro, le confraternite, i presepi, i giochi fanciulleschi, la magia, gli ex voto, pani e dolci festivi
Museo Internazionale delle Marionette “Antonio Pasqualino”: la tradizione centenaria dei pupi siciliani viene esemplificata nella sua collezione, insieme a burattini e marionetteprovenienti da tutto il mondo, raccolta da una delle famiglie attive nel campo
Palazzo Mirto: mostra il tipico arredamento di un palazzo della nobiltà palermitana, datato tra il XVII secolo e il XIX secolo.
Palazzo Sant’Elia: lo splendido palazzo barocco è stato trasformato in museo ed inaugurato il 20 aprile del 2007 con la mostra “L’Hermitage dello zar Nicola I. Capolavori acquisiti inItalia”.
Museo del Risorgimento “V.E. Orlando”: nel museo sono conservati quadri, medaglie, sculture e cimeli con oggetto la storia risorgimentale e l’impresa dei Mille.
Museo d’Arte Islamica: si trova nel palazzo della Zisa e all’interno delle sale si possono ammirare splendidi manufatti di matrice artistica islamica provenienti da paesi del bacino del Mediterraneo.
Tesoro della Cattedrale: conservato nella cripta comprende una preziosissima collezione di oggetti sacri e gioielleria dal periodo normanno al XIX secolo. Il pezzo più importante è senza dubbio la corona dell’imperatrice Costanza d’Aragona.
Tesoro della Cappella Palatina: comprende paramenti sacri, oggetti liturgici ed oggetti preziosi oltre ad un tabulario con pergamene dal XI al XVIII secolo.
XXMuseo Diocesano: raccoglie opere di arte sacra che vanno dal periodo normanno all’Ottocento in gran parte provenienti dalla Cattedrale prima della ristrutturazione del 1781 e dalle chiese palermitane in disuso.
Palazzo Ziino: il palazzo ottocentesco comprende una mediateca, una gipsoteca ed uno spazio espositivo sede di numerose ed importanti mostre d’arte.
MAAG Museo delle Arti Applicate e del Gioiello: ospitato all’interno del cinquecentesco Palazzo Castrone Giardina di S. Ninfa raccoglie gioielli e oggetti preziosi di varie epoche di fattura siciliana.
XXMuseo del Mare Arsenale di Palermo: all’interno dell’arsenale borbonico di Palermo. Si possono ammirare cannoni di fattura settecentesca e portolani oltre che riproduzioni in scala di scialbecchi, galere e navi cannoniere, frutto della passione dei soci fondatori.
Museo del Giocattolo “Pietro Piraino”: raccoglie giocattoli di svariate epoche, dal Rinascimento al dopoguerra.
Museo del Costume “Raffaele Piraino”: raccoglie abiti di gala, da passeggio, da visita, abbigliamento infantile, ecclesiastico, militare, accessori e curiosità della moda. Di essa fanno parte inoltre interi corredi nuziali e costumi popolari dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo.
XXMuseo Palazzo Steri: dedicato all’inquisizione; si possono visitare le celle dei detenuti e i graffiti rinvenuti al loro interno: disegni di figure umane e invocazioni delle prigioniere accusate di stregoneria.
XXCasa-museo Stanze al Genio: all’Interno di Palazzo Torre – Piraino (XVII secolo) questo spazio raccoglie oltre 2300 esemplari di piastrelle maiolicate siciliane e napoletane dal XVII secolo al XIX secolo nonché una collezione di cancelleria d’epoca
Museo Aptico: museo tattile per non vedenti sui monumenti siciliani.
XXMuseo di Paleontologia e Geologia “Gaetano Giorgio Gemmellaro”: è uno tra i principali musei geologicie paleontologici italiani. Il patrimonio della collezione è stimato in circa 600.000 reperti
Orto Botanico: fondato nel 1779 è il più grande d’Europa, oltre ad avere un’importanza scientifica di primissimo livello nel settore.
Museo della Radiologia: il museo reccoglie apparecchiature di radiologia e di fisica dal XIX secolo in poi, la collezione di radiogrammi risalenti agli inizi del XX secolo, la biblioteca contenente pubblicazioni scientifiche di interesse storico, e l’archivio ricco di documenti e anche di carteggi dei maestri della radiologia del passato
Museo dell’Istituto di Zoologia “Giuseppe Reverberi”: è il museo universitario di zoologia di Palermo.

Museo dell’Osservatorio Astronomico di Palermo “Giuseppe S. Vaiana”: ospitata nei locali dell’antica Specola palermitana comprende una ricca collezione di strumenti astronomici,orologi, strumenti meteorologici e topografici, apparati di fisica e di geomagnetismo.

In provincia

Casa Museo di Balestrate
Casa Museo di Bolognetta
Museo Civico di Bisacquino
Museo Mandralisca di Cefalù
Museo Civico “Mons. Filippo Meli” di Ciminna
Antiquarium Comunale di Contessa Entellina
Museo Civico di Gangi
Museo delle Madonie di Geraci Siculo
Museo Etno-Antropologico “Godranopoli” di Godrano
Galleria d’Arte “G. Sciortino” di Monreale
Tesoro del Duomo di Monreale
Antiquarium di Partinico
Museo Civico “A.Collisani” di Petralia Sottana
Museo del Centro di documentazione etnografica “U ‘parmintieddu” di Petralia Sottana
Museo del Territorio “F. R. Fazio” di Roccapalumba
Museo Civico Iatino di San Cipirrello
Antiquarium di Solunto
Museo Civico “B. Romano” di Termini Imerese
Museo Civico di Terrasini
Museo Civico Comprensoriale “Pippo Rizzo” di Corleone
Museo naturalistico “Francesco Minà Palumbo” di Castelbuono

XX

Antiquarium di Himera
Zz zz
Zz zz
Zz zz
Annunci