Palermo Leoni

Presidente:
RICCO Dott. Salvatore

Consorte del Presidente
CILLUFFO Ines

PRESIDENTE: RICCO Dott. SALVATORE

SEGRETARIO: GIGLIO Ing. IGNAZIO ALDO

TESORIERE: MATTALIANO Dott. GIOVANNI

CERIMONIERE: BATTIATO Ing. FRANCESCO

Agg.: 11 Febbraio 2011

L.C. Palermo Leoni

La bellissima Aula Magna della facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Palermo, il 22/01/2011, ha ospitato il Service “ Bimbi soli………e braccia aperte- Incontro sull’adozione in Italia”, organizzato dal Lions Club Palermo Leoni in collaborazione con i Lions Clubs : Bagheria, Partinico Serenianus, Palermo Normanna, Carini Riviera Ponente, Palermo dei Vespri, Palermo Mediterranea, Palermo Federico II, Palermo Porta Nuova, Palermo Montepellegrino, Palermo Libertà.

L’incontro si è proposto di evidenziare eventuali difetti e procedure dell’attuale legislazione in materia di adozione allo scopo di formulare, attraverso una commissione appositamente eletta, una bozza di proposta di legge di iniziativa Lions che possa migliorare e snellire le attuali procedure.

A dare il benvenuto a tutti i partecipanti è il Dott. Rino Ricco, Presidente del Club Lions “Palermo Lions”il quale ha posto l’accento sull’importanza dell’incontro organizzato al fine di rendere sempre più chiara e snella la normativa sull’adozione.

Il Prof. Antonio Scaglione, preside della Facoltà di Giurisprudenza, considerando le discrasie tra norme scritte e norme di comportamento, nel suo intervento, fa rivelare che ogni contributo chiarificatore è bene accetto per fissare norme e interpretazioni più idonee a colmare le differenziazioni e velocizzare l’applicazione della sospirata.

La Dott.ssa Gabriella Giacinti, responsabile del service nazionale “Children First” ha parlato del grande aiuto che questo service potrebbe dare ai bambini bisognosi intervenendo in tutti i campi per far superare qualsiasi tipo di disagio che possa consentire una vita adolescenziale sana  e dignitosa e dopo aver ringraziato il Past Governatore Amedeo Tullio, coordinatore distrettuale del service “Children First” per aver promosso e coinvolto ben undici clubs, ha affrontato il problema dell’affido.

Il prof. Toti Plescia, prendendo lo spunto dallo motto  adottato dal Prof. Amedeo Tullio in qualità di  Governatore“ricostruire l’uomo”, ha sottolineato che chi si spende per  realizzare un’adozione, manifesta un’atto d’amore incomparabile, contribuendo non solo a ricostruire l’uomo ma anche a  ripristinare la pace tra gli uomini. Il coordinatore del lavori Prof. Amedeo Tullio, dopo aver presentato i relatori, ha insediato la commissione incaricata di  elaborare la proposta di legge e formata da tre avvocati e soci Lions.

L’Avv. Lalage Mormile, I° relatore, ha introdotto l’argomento , iniziando dalla legge 184 del 1983 sino alle attuali norme vigenti; la legge, infatti, contiene delle norme di prevenzione per combattere l’abbandono, ma l’Avv. Mormile ha  invitato a tenere presente che chi opera nelle famiglie a rischio deve dare un’assistenza continua e professionale. Inoltre, le riforme normative non hanno sinora dato risultati sufficienti a sostenere lo sforzo genitoriale; si deve, comunque, ricorrere sempre alla famiglia d’origine per far sì che il bambino riesca a trovare uno stato familiare idoneo a colmare qualsiasi deficienza affettiva o difficoltà di carattere economico e ciònonostante , l’adozione non deve apparire come una punizione per chi abbandona un bambino.

Il coordinatore prosegue presentando una coppia che testimonia personalmente l’esperienza avuta con l’adozione di un bambino di tre anni; la coppia, infatti è stata invitata a seguire un percorso prima che fosse accolta la richiesta di adozione da parte degli enti tutori e  che ha comportato una lunga trafila di colloqui, interrogazioni e viaggi continui nel paese d’origine del bambino. La stessa coppia ha inoltre dichiarato di avere speso la somma di 30.000,00 euro con un rimborso dello Stato di sole 1.200,00 euro e di essersi recata per ben tre volte in Russia, incontrando difficoltà di ogni genere. Infine, il padre adottivo ha manifestato con le lacrime agli occhi, la sua gioia per aver raggiunto l’obiettivo più bello della sua vita.

Tutti i sacrifici, le sofferenze e gli ostacoli che la coppia ha dovuto sopportare per tre anni sono stati in definitiva superati e dimenticati grazie al grande amore che la coppia nutre per il bambino. La dott.ssa Valeria Spadafora , Giudice del Tribunale dei minori di Palermo, II°relatore del convegno, ha manifestato grande rammarico per le lungaggini della procedura da seguire per ottenere l’adozione e ha sottolineato gli sforzi del Tribunale nel superare sempre ostacoli di ogni tipo.

Molto spesso, infatti, si tratta di bambini fisicamente debilitati  sin dalla nascita  ed in tal caso bisogna  impegnarsi molto per sostenere le coppie adottive nel lungo e tortuoso percorso.

Inoltre, bisogna tener presente dei contrasti tra volontarie e i servizi sociali i quali non si prodigano sempre sufficientemente al fine di facilitare la concessione delle adozioni da parte dei giudici.

La Dott. Spatafora ha fatto comunque presente che la Legge del 1983 sull’adozione è stata reviosanata nel 2007, stabilendo e rafforzando un principio importante : cercare sempre tutte le vie per evitare l’abbandono, cercando di riportare il bambino nella famiglia d’origine.

Il convegno è proseguito con l’intervento del Past- Governatore Salmè il quale ha testimoniato il grande miracolo verificatosi ben trent’ anni prima  di cui lui stesso e la moglie sono stati i principali protagonisti .

I coniugi Salmè sono infatti riusciti ad ottenere l’adozione di un bambino di soli sette giorni, grazie al percorso guidato dai Giudici di Caltanissetta e  il cui caso rimane ancor oggi unico e raro. Lo stesso Salmè ha poi invitato la Dott.ssa Spatafora e i colleghi giudici a lottare affinchè si trovino sempre le vie più brevi per superare lo stato di abbandono dei bambini poiché, molto spesso, la lunga attesa procura molti dolori  e incertezze a tutti coloro impegnati nella riuscita dell’adozione. Gli interventi proseguono con quello dell’Avv. Pietro Manzella, in qualità di  membro del comitato creato ad hoc incaricato di sovrintendere gli interventi del convegno, nonché di legale esperto in adozioni e tutore di una bambina abbandonata dalla nascita.

L’Avv. Manzella, infatti, ha posto l’accento sulle discrasie che avvengono tra giudici e servizi sociali, facendo notare che paradossalmente i ritardi dei Tribunali sono spesso accentuati dagli stessi servizi sociali che non intervengono con solerzia e professionalità nei contatti che devono intrattenere con i genitori delle famiglie d’origine.

L’Avv. Manzella conclude con determinazione insistendo sul bisogno di incaricare servizi sociali che siano in grado di adempiere al loro compito principale.

Il 3° relatore l’Avv. Francesco Gianrusso, dell’Ordine degli Avvocati di Palermo, nell’approvare quanto esposto dall’Avv. Manzella , ha testimoniato anch’egli la sua personale esperienza  durata tre anni e conclusasi ottenendo in adozione una bellissima bambina di dieci anni.

Inoltre, quale esperto di adozioni internazionali, ha sottolineato che chi è intenzionato ad adottare un bambino di nazionalità estera dovrà spesso sostenere dei costi alquanto eccessivi.  Infine, ha concluso il coordinatore Prof. Amedeo Tullio,il quale chiudendo i lavori e ringraziando tutti i presenti per la calorosa partecipazione manifestata con molti interventi, ha espresso l’augurio e la consapevolezza che presto la commissione,  formulerà una bozza di legge di iniziativa Lions volta ad agevolare le adozioni.

 

Antonino Lo Grasso

Redattore della 1°e 2° Circoscrizione del Distretto.

GUARDA TUTTE LE FOTO IN SLIDESHOW

Agg.: 24 Gennaio 2011

L.C. Palermo Leoni

Sabato 22 gennaio 2011, nell’aula magna della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Palermo,  si è svolto il convegno “Bimbi soli…e braccia aperte” Incontro sull’adozione in Italia, promosso dal Club Lions Palermo Leoni, presieduto dal dott. Rino Ricco, in collaborazione con i Club Lions : Bagheria, Partinico Serenianus, Palermo Normanna, Carini Riviera Ponente, Palermo dei Vespri, Palermo Mediterranea, Palermo Federico II, Palermo Porta Nuova, Palermo Monte Pellegrino, Palermo Libertà. Ha coordinato i lavori il  P.D.G. prof. Amedeo Tullio, Coordinatore distrettuale del service “Children First”. L’incontro si propone di evidenziare peculiarità, procedure ed eventuali difetti perfettibili dell’attuale legislazione in materia di adozioni nazionali in Italia, allo scopo di formulare una bozza di proposta di legge di iniziativa Lions che possa rendere più agevole l’adozione nazionale. L’incontro  ha affrontato  il problema da due punti di vista, quello strettamente legislativo, illustrando le norme attraverso la comunicazione della dott.ssa Lalage Mormino, le procedure del Tribunale dei Minori nell’assegnare le adozioni attraverso la comunicazione dott.ssa Valeria Spatafora, giudice, l’esperienza  dell’avv. Francesco Giarrusso, e quello delle testimonianze dirette dei genitori che hanno adottato bambini italiani e stranieri.  Da questo ricco ed esauriente confronto è emersa la difficoltà delle adozioni nazionali rispetto a quelle internazionali per i tempi più lunghi, anche se, come spiegava il giudice Spatafora, la lunghezza dei tempi garantisce il rispetto dei diritti costituzionali di ciascuno degli interessati. Aggiunge anche  che le modifiche della legge  n.184 del 1983 , entrate in vigore con la legge n.149 del 2001,  mettono al centro il “diritto del minore alla propria famiglia”  e quindi sono ancora più sollecite dei bisogni e dei diritti dei bambini. Tuttavia il giudice non può non aggiungere che le adozioni sono più facili quando i bambini sono piccoli, la loro crescita in comunità, infatti, rende l’adozione più complessa per i minori e per i genitori, che a volte non perfezionano l’adozione, già in itinere, perché sono spaventati dai problemi che evidenziano i ragazzi. Le adozioni internazionali sono più veloci, ma più costose e per questo la fascia di utenza è più limitata. Emerge  così lo scopo dell’incontro cioè fare proposte legislative che diminuiscano i tempi delle adozioni nazionali per soddisfare il bisogno d’amore dei piccoli, ma anche dei grandi. Le testimonianze sono commosse e commoventi. Tra le tante quella del P.D.G. Francesco Salmè.   Il prof. Amedeo Tullio  insedia la Commissione Elaborazione proposta di legge, composta da : prof.ssa M.Carmela Venuti, prof. G. Amenta, prof.ssa Palmeri, avv. Fl. Blandi, avv. P. Manzella, avv. G. Maccarone, avv. Mellina. All’incontro è stato presente il prof. A. Scaglione , Preside della Facoltà di Giurisprudenza, i rappresentanti dell’U.D.U. ( Unione Degli Studenti Universitari) ed un numeroso pubblico che ha seguito con interesse i lavori. Apprezzati gli interventi del coordinatore prof. A. Tullio che ha sottolineato l’importanza di sottintendere alla parola “minore” quella di essere umano che oltre alla tutela dei dritti ha bisogno di amore .

Attilio Carioti

Agg.: 18 Gennaio 2011

L.C. Palermo Leoni

Sabato 22 Gennaio 2011, alle ore 9,30 nell’Aula Magna della Facoltà di Giurisprudenza in via Maqueda 172 Palermo,il Lions Club Palermo Leoni, in riferimento al Service distrettuale “Children first”, coordinato dal PDG Prof. Amedeo Tullio, ed in collaborazione con i Lions Clubs: Bagheria, Partinico Serenianus, Palermo Normanna, Carini Riviera Ponente, Palermo dei Vespri, Palermo Mediterranea, Palermo Federico II, Palermo Porta Nuova, Palermo Monte Pellegrino, Palermo Libertà, promuove un incontro dal tema: l’Adozione in Italia – “Bimbi soli….e braccia aperte”. Relatori: Prof.ssa Maria Carmela Venuti dell’Università di Palermo, Dott.ssa Valeria Spatafora del Tribunale dei minori di Palermo, Avv. Francesco Giarrusso del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Palermo. Seguiranno testimonianze ed interventi. Concluderà il Prof. Amedeo Tullio.

Agg.: 3 gennaio 2011

L.C. Palermo Leoni

Sabato 15 Gennaio alle ore 21 al Teatro “Al Massimo” di Palermo il L.C. Palermo Leoni presenta  “One child, one family”…riflessioni sui Minori fuori dalla Famiglia…spettacolo musicale con la partecipazione straordinaria di Ivan Fiore. Il ricavato (costo unitario del biglietto 10 euro) sarà destinato ad assicurare un corso di Accademia Musicale della durata di un anno a quindici Minori, ospiti di Comunità Alloggio che i Servizi Sociali del Comune di Palermo hanno individuato. (per info e prenotazioni 347.6595048)

Agg.: 26 Novembre 2010

L.C. Palermo Leoni

Il Lions Club Palermo Leoni il 3 dicembre 2010 alle ore 16,00 a Palazzo Comitini, via Maqueda 100 presenterà il service: “Le acque di Palermo – Dall’antico, sapiente uso all’attuale”.  Interverranno: dott.ssa geol. Donatella Gueli, dott. Ing. Aldo Giglio, dott. Geol. Giovanni Ventura Bordenca. Conclusioni: dott. prof. Amedeo Tullio PDG Distretto 108YB.

 

Agg. : 10 Novembre 2010

L. C. Palermo Leoni

Il Lions Club Palermo Leoni nei giorni 6 e 7 novembre ha organizzato una visita culturale a Racalmuto, Porto Empedocle ed Agrigento. L’evento, rivolto ai soci ma anche aperto a soggetti esterni interessati, è inserito all’interno delle iniziative del club indirizzate a promuovere la cultura, ad agevolare la socializzazione e ad avvicinare alla nostra Organizzazione possibili nuovi soci. Visto il nutrito numero di partecipanti, con significative adesioni di esterni, nonchè il giudizio positivo espresso dagli stessi il Club continuerà ad organizzare con periodicità altre iniziative similari.

Agg: 24  Ottobre 2010

22 Ottobre 2010 Visita del Governatore ai clubs di

Palermo Federico II – Palermo Porta Nuova

Palermo Leoni – Palermo Montepellegrino

Fotocronaca

Vedi le altre foto in slideshow


 

Agg: 20  Ottobre 2010 L.C. Palermo Leoni
Il Lions Club Palermo Leoni il 22/10/2010, in occasione della visita del Governatore, aprirà l’Anno Sociale 2010-2011

Aggiornamento del 13 luglio 2010

Alle ore 19,30 del 14 luglio 2010 è convocata l’assemblea dei soci; seguirà la cerimonia della charter night e passaggio della campana. La serata si concluderà con la cena che sarà servita nella terrazza del San Paolo; alle 24,00 si potrà assistere ai giochi pirotecnici per la festa di Santa Rosolia

Palermo Leoni
http://
Annunci