Messina Jonio

Presidente:
RUSSO Prof. Dott Filippo

PRESIDENTE: RUSSO Prof. Dott FILIPPO

SEGRETARIO: CENTORRINO P.I. ANTONINO

TESORIERE: D’ARRIGO Prof.ssa GIUSEPPA

CERIMONIERE: D’ANGELO Dott.ssa LETTERIA

Agg.: 27 Giugno 2011

L.C.Messina Ionio

Dissesto e messa in sicurezza È necessaria una “cabina di regia” Orteca: «Bisogna riscrivere le mappe del rischio meteorologico»

«Un forte grido di allarme e una presa di posizione netta dei soci del Club, rispetto alla mancata messa in sicurezza del territorio da parte delle amministrazioni preposte»: è ciò che vuol essere il dossier sull’Analisi dello stato del dissesto idrogeologico a Messina presentato ieri all’Hotel Royal dal Lions Messina Ionio e curato dal prof. Cesare Fulci e dall’ing. Leonardo Santoro, in collaborazione con Francesco Freni Terranova e Filippo Russo.

Si tratta di un’analisi rigorosa i cui esiti sono esposti ai lettori – non accade sempre – con estrema chiarezza. In alcune decine di pagine, valendosi anche di un eccellente corredo iconografico, gli autori evidenziano dapprima la “vulnerabilità territoriali” e avanzano quindi precise proposte operative di intervento.

Dopo i saluti di rito, il presidente del Lions Club Messina Ionio Filippo Russo ha ringraziato gli “angeli” sempre in prima linea quando c’è da prestare soccorso in caso di calamità: i carabinieri, le altre forze dell’ordine, i vigili del fuoco, gli addetti alla Protezione civile, gli uomini e le donne della Croce Rossa e gli altri volontari. «Preoccuparsi del benessere civico – ha precisato Russo – è uno degli obiettivi primari del “lionismo” ed è per questo che intendiamo operare in armonia con tutte le autorità».

Il segretario del distretto 108YB Francesco Freni Terranova ha giudicato la pubblicazione «un documento fondamentale da consegnare alle istituzioni preposte al governo e alla salvaguardia del territorio» mentre il governatore del Distretto, Giuseppe Scamporrino, ha insistito ancora sulla «particolare attenzione dei Lions per tutto ciò che coinvolge la qualità della vita delle comunità».

Secondo Piero Orteca, giornalista e consulente culturale della Fondazione Bonino Pulejo, «questo libretto ha il pregio di spiegare con semplicità ai non addetti ai lavori talune questioni che di solito competono agli specialisti». Dei contenuti della pubblicazione hanno diffusamente discusso i due autori, Cesare Fulci e Leonardo Santoro.

Il report, dunque, consiste nella dettagliata descrizione delle calamità naturali che negli anni recenti hanno messo in gionocchio diverse comunità del nostro territorio; la più grave, quella dell’1 ottobre 2009, quando le colate di fango seminarono rovine e lutti a Giampilieri, Scaletta e negli altri villaggi. Ciò che, però, giova sottolineare è che «tali dissesti hanno messo a nudo il substrato metamorfico, preparando così il territorio a nuove annunciate tragedie della cui gravità bisogna essere consapevoli». Basta, in ogni caso, con le «inadempienze istituzionali», appropriati interventi pubblici «sono più che mai urgenti».

Fulci e Santoro hanno insistito: è necessario provvedere subito all’efficace protezione dei centri abitati più esposti mediante opere adeguate. E bisogna evitare qualsiasi estensione di piani particolareggiati e piani costruttivi, riconsiderando le decisioni di destinare certe zone all’edilizia, per non accrescere l’attuale stato di rischio. Tra i politici presenti, il deputato regionale Giovanni Ardizzone e l’assessore comunale Pippo Isgrò, il quale ha sottolineato come sia importante, «al di là degli interventi strutturali, il monitoraggio permanente del territorio per prevenire i dissesti». Un territorio che non può essere gestito – ha aggiunto l’assessore – frazionando le competenze, è necessaria una regia unica, che fa capo all’amministrazione cittadina. Ancora il giornalista Orteca ha evidenziato come sia opportuno «riscrivere le mappe del rischio meteorologico, alla luce dei cambiamenti climatici in atto» e ha promesso che, entro l’anno, la Fondazione Bonino Pulejo organizzerà un convegno sui temi del dissesto idrogeologico e della messa in sicurezza.

da: Gazzetta del Sud del 26/6/2011

Agg.: 5 dicembre 2010

L.C. Messina Ionio

Si terrà il 5 Dicembre, al Teatro Annibale Maria di Francia, lo spettacolo di beneficenza organizzato dal Lions Club Messina Jonio in collaborazione con il gruppo teatrale dell’Itis Verona Trento, in favore dei piccoli orfani ospitati nell’istituto delle suore del “Divino Zelo”. Il ricavato del musical “Se fosse davvero Natale” (costo del biglietto 12 euro, durata un’ora) servirà per contribuire alle cure e al mantenimento dei 7 bambini che hanno trovato accoglienza nella struttura gestita dalle suore.
La storia racconta il viaggio che ha per protagonista un’inedita Maria di Nazaret, trasportata in sogno in una nostra città di oggi, dove è considerata una giovane clandestina mediorientale. Un viaggio che si consuma, la sera della vigilia di Natale, tra la fiera degli acquisti, dei regali, dello spreco; di fronte alla nascita del Figlio di Dio, si assiste al trionfo della società del benessere che allontana i poveri e i diversi.

E’ una storia paradossale, a tratti tenera, a tratti divertente, ma anche provocatoria. Uno spettacolo agile, dai ritmi sostenuti e dai personaggi ricchi d’umanità, per riflettere sul senso di questa ricorrenza cristiana e sul modo attuale di festeggiarla. A dirigere gli studenti dell’Istituto Tecnico-Industriale “Verona Trento” il prof. Salvatore D’Urso, con la collaborazione dei docenti Amalia De Pasquale, Giovanni Girone e Vincenza Loprete. Le musiche sono curate dal sacerdote scalabriniano Fabio Baggio impegnato nell’apostolato in campo internazionale, i testi da Daniela Cologgi.

 

Agg.: 28 Novembre 2010

L.C. Messina Ionio

Sabato 18 dicembre alle ore 20 al Palacultura, in viale Boccetta, a Messina  concerto di beneficenza “Melodie napoletane” con Tiziana Galdieri (soprano) Marco Schiavo (pianista) e Federico Parisi (tenore). Presentano Gisella Cicciò e Aristide Casucci. Il soprano e il pianista provengono da Napoli,il tenore(14 anni) da Giardini. Canteranno solo canzoni napoletane. L’incasso verrà devoluto all’Associazione TSRM Volontari che effettuano radiografie gratuite a domicilio e che hanno bisogno di un nuovo mezzo anche usato per il trasporto delle attrezzature a casa dell’ammalato.

Concerto organizzato da Eduardo Bonetti con il patrocino del Distretto lions 108Yb, del L.C. Messina Ionio e dei  “Tecnici Sanitari di radiologia Medica Volontari”

Annunci