Marsala

Presidente:
LOMBARDO Arch. Sergio

PRESIDENTE: LOMBARDO Arch. SERGIO –

SEGRETARIO: AGATE Dott. Prof. PAOLO

TESORIERE: GANDOLFO Sig. FRANCESCO

CERIMONIERE: PIZZO Sig.ra GINETTA

*****

Agg.: 12 gennaio 2011

L.C. Marsala

Carissimi amici,

confidiamo abbiate già notato che il nostro Club si sta impegnando a sostanziare quest’anno sociale con un leit motiv costituito dal voler tesaurizzare la “sicilianità”: crediamo, infatti, essere cosa buona e giusta far sì che  – non con i soliti proclami, bensì con i fatti – questa nostra terra torni ad essere “bellissima”.

Nell’intento di offrire un nostro piccolo contributo a tale causa, ho pensato di convocarVi per venerdì 21 gennaio alle ore 19,30 presso le storiche Cantine Martinez (via Mazara n.209) per un incontro propositivo sul tema:

MARSALA: LA STORIA, IL VINO, LA GENTE

PATRIMONI TANGIBILI E IMMATERIALI

Ne parlano:

  • ANNAMARIA  MILESI– già dir. gen. Expo CTS Milano – autrice del libro “INTANGIBLE  MARKETING”
  • DIEGO MAGGIO – Lion – autore del libro “RAGIONI E SENTIMENTI NELLA SICILIA DEL VINO”

Coordina:

  • LAURA DOROresponsabile  comunicazione aziendale

Sarà anche l’occasione per fare il punto sulle nostre idee riguardanti il rilancio di prospettive culturali e turistiche per la città e il territorio che la circonda.

Vi aspetto numerosi, insieme anche a Vostri graditi ospiti.

Con affetto,  Sergio Lombardo

Agg: 30   Settembre 2010 Da Diego Maggio  – L.C. Marsala

Sono felice del fatto che i Lions di Marsala e l’avv. Paolo Ruggieri (consigliere provinciale) abbiano riattivato l’idea – che lanciai circa dieci anni fa – di porre il bacino fenicio-punico di Mozia e Lilibeo sotto la tutela dell’UNESCO quale “patrimonio mondiale dell’umanità”.

La proposta (allora ripresa dal Comune di Marsala e che trovasi, però, ancora in fase di istruttoria) risulta adesso più forte, come ho sempre auspicato. L’esplicito riconoscimento di cui mi gratifica il più antico club service cittadino, si aggiunge a quello ufficiale pervenutomi dal Consiglio Provinciale e rilancia il messaggio contenuto anche nel mio recentissimo libro “Ragioni e sentimenti nella Sicilia del vino”

Che ancora non si sia compiuto il procedimento per l’accettazione di tale candidatura presso l’UNESCO impone ormai a tutti noi – prima che sia troppo tardi – di superare gelosìe e ritrosìe dando vita ad un grande Comitato Civico che veda la coesione di intelligenze e sensibilità, di cittadini e di istituzioni, di operatori dell’informazione e di organismi associativi.

Per tal motivo, alla proposta del Lions Club di Marsala di costituire un Comitato cittadino, intestato alla memoria della appena scomparsa Cittadina Onoraria miss Honor Frost (la cui partecipazione sia estesa al Rotary, al Kiwanis, alla Fidapa, alla Consulta Femminile, ai Licei, alla gloriosa Scuola Agraria, a tutti i Dirigenti ed Istituti Scolastici, alla Casa Divina Provvidenza, al Centro Studi Garibaldini, alla Soprintendenza ai Beni Culturali e Archeologici, alla Fondazione Whitaker, agli ordini professionali, alle emittenti televisive e radiofoniche, alle testate giornalistiche anche on-line [Marsala c’è, Marsala.it. Marsalaviva.it], nonchè a tutte le associazioni culturali e scientifiche che operano in città) aggiungo che il coordinamento di tale Comitato sia affidato ad un autentico ed indiscutibile patrimonio della marsalesità: cioè a “Il Vomere”, dalle cui lungimiranti colonne fu – per la prima volta – lanciata la mia idea.

Mi faccio anche scrupolo di esporre l’urgente esigenza di dar luogo tempestivamente ad una altrettanto ampia aggregazione per dare forza e prospettive di riuscita all’altra mia proposta di far dichiarare il Marsala quale “vino dell’Unità d’Italia”: alla stregua, cioè, di vero e proprio “patrimonio dell’italianità”

DIEGO MAGGIO

Annunci