Mistretta Nebrodi

Presidente:
SIDOTI Ing. Anna

PRESIDENTE: SIDOTI Ing. ANNA

SEGRETARIO: RANDAZZO Geom. CALOGERO

TESORIERE: CICCARELLO Dott. GIUSEPPE

CERIMONIERE: SALAMONE Dott. MARIO

Agg.: 29 Marzo 2011

L.C. Mistretta Nebrodi

Il coraggio della non-rassegnazione per una “Nuova vita”

Sabato 16 Aprile 2011, ore 16,00

Montagnareale – Palazzetto dello Sport

PROGRAMMA

Prima parte

Saluto del Presidente del Club Mistretta – Nebrodi

Ing. Anna Sidoti

(Sindaco del Comune di Montagnareale)

Intervento del Presidente Centro Helen Keller

Dott. Giuseppe Terranova

Intervento del Presidente dell’Unione Nazionale Ciechi della provincia di Messina

Dott. Fabrizio Zingale

Indirizzi di Saluto

Autorità civili, militari, religiose e lionistiche

Seconda parte: interverranno

Filippo Felice Tagliaferri

L’artista cieco durante la manifestazione realizzerà una scultura ritratto.

Simona Atzori

Saranno proiettate immagini di ballo della celebre ballerina nata senza braccia.

 

Fulvio Frisone

Durante l’intervista al celebre fisico, affetto da  tetraparesi spastica, saranno proiettate immagini del film della Rai “Il figlio della luna” trasmesso su Raiuno giovedì 22 febbraio 2007 in prima serata.

Annalisa Minetti

La cantante cieca di successo, vincitrice del Festival di Sanremo del 1988 con una breve esibizione

 

Coordina i lavori il Dott. Luigi Ruggeri

(Presidente dell’Associazione Teatro-cultura “Beniamino Joppolo- Patti”


Il coraggio della non-rassegnazione per una “Nuova vita”

L’importante iniziativa nasce da un’avvertita esigenza di superare la logica secondo la quale il mondo dei portatori di handicap rappresentano quasi un fattore di disturbo, persone che per taluni è comodo nascondere, celare, per andare nella direzione opposta e conoscere da vicino uomini e donne diversi solo perché hanno saputo sviluppare forme diverse di abilità, soggetti che, colpiti gravemente nel fisico, non si sono arresi hanno saputo vincere la difficile battaglia della vita.

La diversità è quindi uno dei valori fondamentali del nostro secolo perché essa è colore, cultura, ricchezza, scambio, crescita, necessità, fa parte della storia di ogni uomo.

Nella società moderna, spesso, però, la diversità appare come un pericolo, una minaccia, una barriera che si oppone tra i simili e “gli altri”, per cui è di certo appare molto più “riposante” avere a che fare, con quelle persone nelle quali ci riconosciamo  in situazioni già collaudate.

Gestire la diversità richiede quindi impegno, coraggio, pazienza, ma regala la gioia della scoperta, l’avventura del viaggio in un altro mondo, il rischio del confronto e l’audacia del mettere in discussione il proprio concetto di “normalità”.

E il primo passo che dobbiamo fare è proprio quello di cominciare a considerare la diversità non come un elemento da tollerare, ma come un bene da tutelare e sviluppare.

Tutto questo per sconfiggere la “disattenzione” nei confronti di chi è diversamente abile, che acuisce nei familiari che vivono sulla loro pelle i disagi del mondo esterno, la consapevolezza di una sempre maggiore distanza che divide i disabili dai normodotati.

L’importante manifestazione avrà come scopo essenziale quello di raccontare l’esperienza di vita di quattro amici che fungeranno da testimoni di un mondo non alternativo al nostro ma armonicamente integrato a quello della cosiddetta normalità, attraverso la presenza di alcuni amici come:

 

Filippo Felice Tagliaferri è nato nel 1969 a Carlantino (FG).

Da  bambino, si  è  ammalato  di atrofia  del  nervo  ottico e a 14 anni è divenuto cieco totale.

Dal 1998 al 2000 ha  frequentato un corso di scultura presso il Maestro Nicola Zamboni, docente dell’Accademia delle Belle Arti di Brera (MI), e famoso scultore bolognese.

Nel 2001 ha inaugurato la sua prima mostra personale a Modena, a cui ne sono seguite tantissime altre.

Ha fondato, assieme  ad  altre  11 persone, la  cooperativa Banco Artigiano Delle Arti e Dei Mestieri con lo scopo di commercializzare manufatti di alto gusto e  qualità prodotti da cooperative italiane e inserire nel mondo del lavoro persone disabili.

Ha  anche  insegnato, a  più riprese, la  manipolazione della creta presso scuole elementari e oggi, a quarantadue anni, è uno scultore affermato, tiene corsi in scuole  professionali nelle quali insegna ai ragazzi “normali” come lavorare la creta.

 

Fulvio, Frisone nato a Siracusa il 19 gennaio 1966 è un fisico italiano è anche poeta e pittore.

Per un errore durante il parto (vennero usati il forcipe e la ventosa) è affetto da tetraparesi spastica con distonie ed è quindi costretto su una sedia a rotelle, parla a fatica, non può muoversi.

La madre Lucia, Mamma Ciclone”, ha puntato tutto su di lui e riesce  a farlo parlare, costringendolo  a chiedere  aiuto e vince la battaglia contro le scuole di Siracusa (che non vogliono accogliere un bambino diverso) per poterlo fare studiare, va anche al Parlamento per poter ottenere un aiuto dai mass media.

La svolta per Fulvio arriva quando il padre inventa un casco con un’asta che lo aiuta a scrivere, disegnare, usare il computer, interagire.

Tramite quel casco Fulvio lavora dal 1995, svolgendo attività  di ricerca presso il dipartimento di  Fisica e Astronomia dell’Università di Messina.

A 45 anni è uno dei teorici della fisica più ricercati del mondo.

 

Simona Atzori, Nata a Milano il 18 giugno 1974 da genitori sardi

Pur essendo nata con un grave handicap, non si è mai persa d’animo ed ha intrapreso sin da giovane l’attività di pittrice e di ballerina classica, nonostante “Madre natura si fosse scordata delle braccia”.

Simona non si è mai arresa e i suoi straordinari piedi, che parla benissimo l’inglese, si iscrive alla Università nel 2001 si è laureata in “arti visuali” alla University of Western Ontario

Nel 2006 ha danzato alla cerimonia d’apertura delle Paralimpiadi di Torino.

Del 2007 è lo spettacolo Mamma dice…, balletto per soli, coro  e orchestra del compositore Antonio Cericola interpretato con Gjergj Bodari, con la compagnia Pescara Dance Festival e la interpretazione di Enrico Beruschi.

Simona è una ragazza dall’allegria contagiosa ed ha un fidanzato pilota di elicotteri.

 

Annalisa Minetti, nata il 27 dicembre 1976 a Rho (Mi)

Il medico del reparto neo-natale fu il primo a pronosticarle un futuro da  cantante, ma  Annalisa non  imboccherà subito la strada della musica.

A cinque anni sente di poter esprimere qualcosa, ed inizia un corso di  danza  mentre  a quindici  scopre  il mondo della musica, il suo talento e la grande  possibilità di affermarsi come cantante.

Nel 1995 partecipa a  Sanremo Giovani e nel 1996 le diagnosticano la retitinite pigmentosa e la degenerazione maculare.

Nel 1997 partecipa a Miss Italia”, l’anno dopo al “Festival di Sanremo dove  vince  sia nella categoria “Nuove proposte” sia nella classifica principale con la canzone Senza te o con te.

Ha poi collaborato con Toto Cutugno con il quale ha partecipato al Festival di Sanremo 2005 con la canzone “Come noi nessuno al mondo. E’ sposata e nel 2008 è diventata madre del figlio Fabio.

Con questi amici cercheremo di scoprire un mondo caratterizzato non solo da dolore e da pietismo bensì da una “bellezza della forza vitale della vita espressa in modo alternativo”.

Nel tentativo di offrire una connotazione non solo sociologica ma anche romantico-artistico – scientifica della “diversità”, sarà un obiettivo importante raccontare le storie di questi nostri fratelli che, pur menomati nel fisico non hanno perso la voglia di vivere o di raggiungere i loro sogni.

C’è un grande amore per la vita in questi protagonisti di storie di diversità; un amore che li ha portati a trasformare la loro condizione in un vero e proprio punto di forza: “il coraggio della non-rassegnazione”.

Questo modo di concepire una “nuova vita” deve essere non solo di coloro che per varie ragioni hanno una visibilità nel mondo della cultura, dello sport e delle arti varie, ma anche e soprattutto della moltitudine di coloro che vivono lontani da ogni clamore e vivono silenziosamente, giorno dopo giorno, perché possano comprendere quanto la Società moderna abbia bisogno di loro. Essi costituiscono quindi una categoria di persone che devono vivere integrandosi perfettamente con gli altri perché rappresentano una risorsa preziosa per la società e la nostra consapevolezza di esseri umani.

 

Agg.: 22 Gennaio 2011

L.C. Mistretta Nebrodi

Si è svolto, lo scorso 13 gennaio, nello magnifico scenario del palazzo Mastrogiovanni Tasca, recentemente restaurato e gentilmente messo a disposizione dall’amministrazione comunale, un incontro dal titolo “Progetto visione: Consegna degli ottotipi alle scuole  materne e primarie del comprensorio dei Nebrodi”.

Ha aperto i lavori il Presidente del club Mistretta – Nebrodi, Ing. Anna Sidoti, che dopo un breve saluto e i ringraziamenti si è soffermata sull’attività svolta e relativa agli screening della vista nei comuni di Mistretta e Tusa nei giorni 11 e 12 e sull’importanza della prevenzione soprattutto nelle scuole materne e primarie. Ha rilevato che numerose sono state le richieste perché possano essere effettuati altri screening.

È intervenuto, quindi, per un indirizzo di saluto, l’assessore Cutraro, delegato dal Sindaco del Comune di Mistretta, che ha sottolineato l’importanza della collaborazione tra gli enti locali e le associazioni che operano sul territorio per affrontare e risolvere i problemi delle nostre comunità.

Secondo il cerimoniale è intervenuta il Dirigente Scolastico dell’Istituto comprensivo di Mistretta Dott.ssa Caterina Nicosia che si è detta soddisfatta per l’attività che i Lions hanno intrapreso sul territorio nel senso della prevenzione e della collaborazione stante anche le difficoltà economiche in cui versa il mondo scolastico.

Ha preso la parola il Dirigente medico-oculista policl. Univ. Di Catania Dott. Massimo Di Pietro, nonché coordinatore responsabile del service “Utilizzo dell’Unità Oftalmica”, che, dopo avere ampiamente illustrato l’essenza e gli obiettivi del service balla luce anche della sua esperienza, si è soffermato sul corretto utilizzo degli ottotipi nelle scuole.

L’incontro si è concluso con l’intervento del presidente di circoscrizione e socio del club Mistretta – Nebrodi, Avv. Enzo Calunniato.

Si vuole, ha commentato il presidente del club, ing. Anna Sidoti, dotare tutte le scuole del comprensorio di ottotipi in cartoncino plastificato che consentano al medico scolastico di eseguire lo screening dell’acuità visiva.

Tale screening può essere eseguito direttamente dal personale scolastico, opportunamente istruito, che può in tal modo segnalare agli ambulatori specialistici dell’ASP eventuali alterazioni riscontrate.

Tale considerazione alla luce anche del fatto che tali screening sono eseguiti in parte dei capoluoghi di provincia, ma non altrettanto nei centri urbani non capoluoghi. La presenza degli ottotipi nelle scuole consente di far emergere il problema in tutta la sua reale consistenza e di affrontarlo precocemente, aumentando quindi la possibilità di una buona prognosi visiva.

All’incontro è stata data pubblicità mediante manifesti e sarà oggetto di uno spazio televisivo sulla televisione locale onda TV.



Agg.:11 gennaio 2011

L.C. Mistretta Nebrodi

Il Lions Club Mistretta Nebrodi con il patrocinio dei Comuni di Capizzi, Caronia, Castel di Lucio, Cesarò, Mistretta, Motta D’Affermo, Pettineo, Reitano, Santo Stefano di Camastra, Tusa e e della Provincia Regionale di Messina e della Regione Siciliana, ha aderito alla campagna “Porta la sporta adesso anche tu”

Agg.:11 gennaio 2011

L.C. Mistretta Nebrodi

Il lions club Mistretta – Nebrodi, presieduto durante l’anno sociale in corso 2010/2011 dall’ing. Anna Sidoti, ha aderito al service distrettuale “I lions cavalieri dei non vedenti” mediante l’utilizzo dell’Unità oftalmica mobile messa a disposizione dall’Unione Nazionale Ciechi.

Le attività hanno avuto inizio a Montagnareale il  10 gennaio, dove grazie alla collaborazione del dirigente scolastico Prof.ssa Pina Pizzo, delle insegnanti, dei collaboratori scolastici, dei genitori e del medico oculista dott. Calogero Sindoni, è stato possibile far effettuare lo screening a tutti i bambini della scuola dell’infanzia e delle prime e seconde classi della scuola primaria della Frazione Santa Nicolella e ad un gruppo di adulti in piazza Dante a Montagnareale Centro.

L’unità mobile è stata presente, quindi, a Mistretta l’11 gennaio e a Tusa il 12 gennaio. Il presidente del Club Mistretta – Nebrodi si è detta soddisfatta per il service realizzato innanzitutto per l’importanza che ricopre l’attività programmata soprattutto per le fasce di età di bambini sottoposti allo screening e, secondariamente, per l’attenzione che alla proposta è stata riservata da parte degli enti locali, ovvero dei Sindaci di Mistretta Avv. Iano Antoci e di Tusa Avv. Angelo Tudisca,  e delle istituzioni scolastiche, rappresentate dalle dirigenti D.ssa Caterina Nicosia e D.ssa Inguanta Rosaria.

Il 13 gennaio, nell’importante palazzo Mastrogiovanni Tasca di Mistretta, con inizio alle ore 11,30 il service vedrà la sua conclusione con un incontro dal titolo “Progetto Visione: consegna degli ottotipi alle Scuole Primarie e dell’Infanzia del Comprensorio del Club Mistretta – Nebrodi”.  I lavori, coordinati dal cerimoniere del Club Mario Salamone, si svolgeranno  alla presenza del Sindaco di Mistretta, del dirigente scolastico, del delegato responsabile del service “L’utilizzo dell’Unità Oftalmica Mobile”, Dott. Massimo Di Pietro, del Presidente della Circoscrizione Avv. Enzo Calunniato e del presidente del club Ing. Anna Sidoti.

L’incontro, rivolto prevalentemente in questa prima fase alle scuole di Mistretta, sarà dedicato alla consegna degli ottotipi ed al corretto utilizzo degli stessi in ambito scolastico. Con la diffusione di quanto previsto dal service si vuole sensibilizzare la comunità sull’importanza della prevenzione dei disturbi della vista.

Agg.: 9 gennaio 2011

L.C. Capo d’Orlando – Mistretta Nebrodi – S.Agata Militello

Nell’elegante cornice del H.R. “La Tartaruga”  il 22 dicembre si è svolto in interclub il gran galà di Natale dei  Lions Club Capo d’Orlando, Mistretta Nebrodi, Sant’Agata Militello e Leo Club di Capo d’Orlando a cui hanno partecipato tutti i soci con le famiglie e gli amici.

Tra gli invitati, autorità distrettuali e personalità locali. Nutrita anche la presenza dei graditi ospiti dei Club Services della 13a Circoscrizione del Distretto 108YB. L’atteso raduno si è aperto con il messaggio augurale dei Presidenti  Giuseppe Dini, Anna Sidoti, Mario Ortoleva e Salvatore Sidoti che si sono intrattenuti sul significato del “Santo Natale” . Nel suo messaggio augurale  il Presidente del Club orlandino – Dott. Giuseppe Dini – ha sottolineato l’importanza della pace, fede, amore e speranza,  ed ha illustrato le attività già svolte ed il programma di quelle che saranno realizzate nei prossimi mesi.  Si è svolta -tra l’altro- la suggestiva cerimonia di ingresso di due nuovi soci: la Dott.ssa  Angela Rizzo e l’Ing. Claudia Versaci presentate entrambe dal Dott. Dini – Presidente del Club.

Un momento lieto suggellato in un clima di festa; l’ingresso di nuovi soci  è un segnale di ulteriore aggregazione del gruppo e di crescita delle attività e  rappresenta dunque il modo migliore per concludere il 2010 e proseguire l’ anno lionistico, con l’inizio del 2011 che  si presenta intenso con iniziative e novità su vari fronti: solidarietà, cultura, arte, territorio”. Nell’occasione, ingresso di nuovi soci anche per i giovani del Leo Club.

A corollario, la  consegna di un prestigioso riconoscimento  al Past President, Prof. Sara Sidoti,  per il lavoro svolto e per il contributo alla crescita associativa. Padre Franchina, ha poi emozionato la platea ed  saputo aprire i cuori dei presenti ed infondere un messaggio di speranza  parlando delle origini e del significato dei simboli legati al Santo Natale.

La serata è stata allietata dalle splendide esecuzioni di brani delle giovani artiste Chiara e Federica mentre Daniel ha intrattenuto, con vari giochi di società, gli intervenuti. Durante il meeting è’ stata effettuata una raccolta fondi per attività di solidarietà che i Clubs hanno in corso ed a conclusione  della serata sono stati assegnati i ricchi premi in palio offerti da partners che sostengono fattivamente le attività e le iniziative del  Lions Club.

Il brindisi augurale di Buon Natale ha chiuso la conviviale.

Lions Club Capo d’Orlando – Ufficio Stampa


Agg. : 9  Dicembre 2010

L.C. Capo d’Orlando, Mistretta Nebrodi, Sant’Agata di Militello

Per i Clubs Lions di Capo d’Orlando, Mistretta Nebrodi e Sant’Agata di Militello, nei locali del Ristorante “La Tartaruga” di Contrada San Gregorio di Capo d’Orlando, ha avuto luogo la Visita ufficiale del Governatore del Distretto 108 YB Sicilia, dott. Giuseppe Scamporrino.

Alla cerimonia, oltre a tutti i soci dei tre Clubs, hanno partecipato le autorità locali e lionistiche, i presidenti degli altri Lions Club della Provincia di Messina e dei Clubs Service del Comprensorio Nebroideo.

Alla cerimonia sono stati presenti anche i componenti dello staff del Governatore G. Scamporrino, l’Assessore alla Cultura del Comune di Capo d’Orlando avv. Annalisa Germanà, il primo Vice Governatore del Distretto lionistico 108 Yb Sicilia per. ind. Sebastiano Di Pietro ed il Past Presidente dei Governatori dei Distretti Lions d’Italia avv. Salvatore Giacona.

Nel corso dell’incontro i presidenti dei Clubs Capo d’Orlando dott. Giuseppe Dini, Mistretta Ing. Anna Sidoti e Sant’agata di Militello dott. Mario Ortoleva, hanno illustrato i programmi di attività già svolti e da svolgere per l’anno sociale 2010-2011.

A conclusione della giornata ha avuto luogo il tradizionale pranzo con i piatti tipici, modernamente preparati, della nostra cucina tradizionale mediterranea.

L’Addetto Stampa

Dott. Prof. Angelo Santaromita Villa


Agg.: 3 dicembre 2010

L.C. Capo d’Orlando / Mistretta / Sant’Agata Militello

Per i Clubs Lions di Capo d’Orlando, Mistretta e Sant’Agata di Militello, Domenica 05 Novembre 2010, alle ore 12,00, nei locali del Ristorante “La Tartaruga” di C.da San Gregorio di Capo d’Orlando, avrà luogo la “Visita del Governatore” del Distretto 108 YB Sicilia, Dott. Giuseppe Scamporrino.

Alla cerimonia, oltre a tutti i soci dei tre Clubs, saranno presenti le autorità locali e lionistiche, i presidenti degli altri Lions Club della Provincia di Messina e dei Club Service del Comprensorio Nebroideo.

Nel corso dell’incontro i presidenti dei Clubs Capo d’Orlando dott. Giuseppe Dini, Mistretta Ing. Anna Sidoti e Sant’Agata di Militello dr. Mario Ortoleva, dopo l’ammissione dei nuovi soci, illustreranno i programmi di attività per l’anno sociale 2010-2011.

L’Addetto Stampa

Dott. Prof. Angelo Santaromita Villa

8
Mistretta Nebrodi
Mistretta Nebrodi
Mistretta Nebrodi
Mistretta Nebrodi
Annunci